Debutto mondiale. Stato che ha eletto presidente omosessuale

San Marino, piccola repubblica in territorio italiano, venerdì ha eletto a capo di stato un omosessuale che, secondo i suoi resoconti, sarà il debutto mondiale.

Paulo Rondelli, ex ambasciatore sammarinese a Washington, sarà uno dei “due capitani reggenti” eletti con voto indiretto alla guida del microstato con 34mila persone nei prossimi sei mesi, secondo la tradizione locale.

Paulo Rondelli, 58 anni, ha dichiarato sul suo account Facebook di essere stato “il primo capo di stato al mondo a far parte della comunità LGBT (lesbiche, omosessuali, bisessuali e transgender)”.

San Marino, un microstato in cui le persone spesso hanno opinioni conservatrici, ha avviato negli ultimi anni una serie di riforme volte a rafforzare i diritti civili. Oltre a depenalizzare l’omosessualità – reclusione fino al 2004 – San Marino ha riconosciuto le coppie senza discriminazione di genere nel 2016 e i suoi residenti hanno votato a favore della legalizzazione dell’aborto nel referendum del 2021. Agerpres.

Marco Tondi, presidente dell’Associazione RCK in Emilia-Romagna, la regione italiana di San Marino, l’ha salutato come un “evento storico”.

È stato il primo attivista per i diritti gay e LGBT. Ci sono precedenti tra capi di governo e ministri, ma questo è il palcoscenico mondiale per un capo di stato.“, ha aggiunto Marco Tondi.

Dal 2013 molti governi sono stati o sono diretti da omosessuali, come il primo ministro lussemburghese Xavier Petal e l’islandese Johanna Sigurdardottir (2009-2013).

Diversi politici italiani hanno partecipato venerdì all’inaugurazione dei due Capitani Reggenti di San Marino, tra cui il ministro della Giustizia Marta Cordobia e la senatrice Monica Sirinna, divenute famose in Italia per i loro diritti LGBT.

READ  Una centrale elettrica aperta di recente nella Russia orientale ha preso fuoco

Paolo Rondelli “Un uomo di grande cultura e di ottima esperienza diplomatica e politica. Ha lottato per i diritti delle donne e delle persone LGBT a San Marino, non solo a San Marino”, ha scritto sul suo account Facebook Monica Sirina.

Mi riempie di una giornata storica, di gioia e orgoglio, poiché Paulo Rondelli sarà il primo capo di stato al mondo a unirsi alla comunità LGBT per i prossimi sei mesi a partire da oggi.“, ha detto il senatore italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.