Cosa sono i bot spam e perché sono un problema con l’accordo su Twitter di Elon Musk

Venerdì, tecnologia Il miliardario Elon Musk ha annunciato di esserlo Fine di un accordo da 44 miliardi di dollari per l’acquisto di Twitter. Il motivo, ha affermato, è la disputa in corso sul numero di account di spam sulla piattaforma. Ora, è probabile che la domanda su cosa costituisca un account di spam bot e quanti account ci siano attualmente su Twitter sia Il cuore delle battaglie legali tra Mr. Musk e Twitter sulla transazione addebitata.

Sebbene a volte siano chiamati “bot”, “spam” o “account falsi”, si riferiscono tutti ad account non autentici che imitano il modo in cui le persone usano Twitter. Alcuni account di spam sono automatizzati, mentre altri sono gestiti da persone, il che rende complicato rilevarli.

I bot possono twittare persone, condividere tweet ed essere seguiti e non seguiti da altre persone, tra le altre cose.

Il signor Musk è da anni preoccupato per i bot spam su Twitter. Nel 2020, è apparso a un evento per i dipendenti di Twitter, incoraggiando l’azienda a fare di più per prevenire e rimuovere il software di spam.

Dove Annuncia la sua intenzione di acquistare Twitter Ad aprile, il signor Musk ha ripetutamente twittato sui bot spam sulla piattaforma. a maggio quando Parag AgrawalIl CEO di Twitter ha twittato su come l’azienda rileva e combatte lo spam e Musk ha risposto con un’emoji di cacca.

in Lettera di sei paragrafi Il 6 giugno, gli avvocati di Musk hanno chiesto maggiori informazioni a Twitter, dicendo che la società stava “rifiutando le richieste di dati di Musk” per rivelare il numero di account falsi sulla sua piattaforma. Gli avvocati hanno affermato che rappresentava una “chiara violazione materiale” dell’accordo, affermando che dava al signor Musk il diritto di rompere l’accordo. Il giorno successivo, Twitter ha accettato di lasciare che il signor Musk accesso diretto alla “manica antincendio”, Il flusso quotidiano di milioni di tweet che scorre attraverso la rete dell’azienda.

READ  Chevron vende il quartier generale della Bay Area e paga i lavoratori per trasferirsi in Texas

Da quando è diventato pubblico nel 2013, Twitter ha stimato che quasi il 5% dei suoi account sono spam bot. Giovedì, la società ha detto ai giornalisti che rimuove circa 1 milione di account di bot spam ogni giorno e ne chiude altri milioni ogni settimana in modo che le persone dietro gli account possano superare i test anti-spam.

Tuttavia, l’azienda consente account di bot spam, che preferiscono essere chiamati robot automatizzati, che svolgono un servizio. Twitter incoraggia molti di questi account a etichettarsi come bot per motivi di trasparenza. La società sostiene che molti di questi account svolgono un servizio utile.

Twitter definisce i buoni spam bot come account automatizzati che “aiutano le persone a trovare informazioni utili, divertenti e pertinenti”. Ad esempio, @mrstockbot fornisce alle persone risposte automatiche quando chiedono un preventivo e terremotobot twitta su qualsiasi terremoto di magnitudo 5.0 o superiore in tutto il mondo mentre si verifica.

Ma altri bot spam vengono utilizzati da governi, aziende o malintenzionati per una serie di scopi nefasti. Durante le elezioni presidenziali statunitensi del 2016, la Russia ha utilizzato account di spam per impersonare gli americani e cercare di seminare divisioni tra gli elettori americani.

I bot spam si trovano spesso coinvolti in truffe su Twitter cercando di convincere le persone a inviare criptovaluta o valuta digitale a portafogli online per premi inesistenti. I bot spam vengono talvolta utilizzati anche per attaccare celebrità o politici e per creare loro un ambiente ostile online.

Kate Conger ha contribuito al reporting.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.