Come la Moldova e l’Ucraina, i georgiani hanno lanciato massicce proteste in seguito al consiglio della Commissione europea al loro paese di aspettare prima che potesse ricevere lo status di candidato.

L’AFP riferisce che lunedì i georgiani si stanno preparando per proteste su larga scala a sostegno dell’adesione all’Unione europea (UE), a seguito di una raccomandazione della Commissione europea di attendere che alla Georgia venga concesso lo status di candidato.

In una dichiarazione, diverse organizzazioni georgiane hanno chiesto una “marcia verso l’Europa” a Tbilissi lunedì sera per “dimostrare l’impegno del popolo georgiano nei confronti della sua scelta europea e dei valori occidentali”.

“L’Europa è una scelta e un’aspirazione storica per i georgiani e tutte le generazioni si sono sacrificate per loro”, hanno affermato gli organizzatori in una nota.

“Libertà, pace, sviluppo economico sostenibile, tutela dei diritti umani e giustizia sono i valori che ci uniscono tutti e sono garantiti dall’integrazione nell’Ue”, hanno aggiunto.

Le proteste mirano a inviare un segnale a Bruxelles che i leader dell’UE stanno discutendo se concedere lo status di candidato ufficiale alla Georgia, alla Repubblica ucraina e alla Repubblica di Moldova.

Sebbene la Commissione europea abbia raccomandato che all’Ucraina e alla Repubblica di Moldova venga concesso lo status di candidato, nel caso della Georgia, deve prima sottoporsi a riforme, in particolare politiche, prima di ottenere tale status.

L’esecutivo dell’UE ha suggerito che alla Georgia dovrebbe essere “offerta l’opportunità di diventare un membro dell’Unione europea”, che non ha valore legale in questa situazione.

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha sottolineato che “la Georgia deve essere accelerata (riformata) per muoversi verso questa porta aperta”.

Il partito al governo dei sogni georgiani di Tbilisi si è detto “felice” di avere una “tabella di marcia concreta”, ma “si rammarica” ​​che la commissione non supporti attualmente la posizione del candidato.

READ  Soldati delle minoranze etniche - criminali di guerra e carne da cannone dell'esercito russo in Ucraina

Negli ultimi anni, il governo georgiano è stato sempre più criticato per aver violato i diritti umani e le ONG hanno espresso preoccupazione per il declino della libertà di espressione.

Fonte: News.ro, Fonte foto: Pexels / Genadi Yakovlev

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.