“Colui che ha appiccato il fuoco tra la folla dei vigili del fuoco.” Il Canada ha criticato l’invito della Russia al vertice del G20 in Indonesia

Sabato il ministro delle finanze canadese Chrystia Freeland è stato citato dall’AFP dicendo che la partecipazione della Russia alla riunione ministeriale del G20 in Indonesia è stata “assurda” e “l’equivalente di invitare un pompiere a una riunione dei vigili del fuoco”.

Una riunione dei ministri delle finanze del G20 e dei governatori delle banche centrali in Indonesia si è conclusa sabato senza una dichiarazione congiunta a seguito dei disaccordi sull’offensiva russa in Ucraina.

“Eravamo fortemente e chiaramente contrari alla presenza di funzionari russi”, ha detto ai giornalisti Chrystia Freeland, vice primo ministro del governo canadese e di origini ucraine.

L’aggressione illegale della Russia all’Ucraina è interamente responsabile delle attuali conseguenze economiche in tutto il mondo, ha aggiunto Chrystia Freeland in una conferenza stampa telefonica. “I tecnocrati economici russi che lavorano per finanziare la macchina da guerra di Putin sono personalmente complici dei crimini di guerra della Russia, così come i suoi generali”, ha detto.

Chrystia Freeland difende la decisione canadese di sconvolgere l’Ucraina

D’altra parte, Chrystia Freeland ha sostenuto la decisione del Canada di consentire le riparazioni al gasdotto russo Nord Stream 1 in Germania e di riparare le turbine imposte, decisione ritenuta “inaccettabile” dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Chrystia Freeland ha commentato che, sebbene sia stato molto difficile, è stata la decisione giusta. “Le sfide energetiche che la Germania e i nostri partner europei devono affrontare sono molto reali e il Canada lo sa”, ha affermato.

Il ministro ha sottolineato che gli Stati Uniti hanno pubblicamente accolto le elezioni ed è stato chiaro che “la capacità della Germania di mantenere il suo sostegno all’Ucraina potrebbe essere minacciata”.

READ  Un gruppo militare russo si dirige verso Zaporozhye, un funzionario ucraino

Nonostante le sanzioni contro la Russia, la Germania ha chiesto il ritorno dell’attrezzatura in Europa, sperando di evitare che un gasdotto gestito dal gruppo russo del gas Gazprom venga interrotto.

I membri dell’opposizione conservatrice canadese hanno indicato che Chrystia Freeland, da sempre un forte difensore dell’Ucraina, si sarebbe opposta al ritorno delle turbine acquisite da Agerpres, secondo AFP.

Autore: Luana Pavaluka

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.