Classifiche di potenza: chi ha ottenuto il punteggio più alto dopo lo sprint e il Gran Premio d’Austria?

La classifica di potenza di questa settimana non riflette solo il Gran Premio d’Austria, ma i giudici tengono anche conto delle prestazioni dei piloti allo Sprint. Ecco i risultati di alcuni giorni pieni di emozioni alla Red Bull Arena.

Come funziona

  • Una giuria di cinque giudici valuta ogni pilota dopo ogni Gran Premio e li classifica su 10 in base alle loro prestazioni durante il fine settimana, eliminando le macchine dall’equazione

  • I punteggi dei nostri esperti vengono quindi calcolati come media per produrre il punteggio della gara, con questi punteggi registrati nel corso della stagione nella classifica generale della classifica di forza (in fondo alla pagina)


Leclerc non è riuscito a tenere il passo di Verstappen venerdì, il pilota Ferrari che si è qualificato al secondo posto con la Red Bull, né sabato quando il Monaco ha dovuto respingere la sfida del compagno di squadra Sainz all’inizio della partita. Sprint. Leclerc è riuscito a recuperare entro due secondi da Verstappen contro la P2 allo Sprint e poi domenica ha effettuato tre passaggi per il comando per assicurarsi Gran Premio d’Austria Win – La sua prima vittoria dal terzo round Tieni l’acceleratore

Lunedì mattina: risolvi il mistero di come la Ferrari abbia ribaltato la situazione sulla Red Bull al Gran Premio d’Austria


2-SCH.jpg

Aspetta il punto F1 e poi arriva il 12 in una volta. Schumacher ha aperto il suo account a Silverstone e ora sta facendo bene, dopo essersi assicurato lo stellare P6 al Gran Premio d’Austria. È entrato nell’incontro di domenica, passando dal P5 e scendendo al P14, superando quattro vetture sulla via del ritorno al P6, quindi oscillando di nuovo per consolidare i punti più alti di Haas dal Gran Premio d’Austria 2018. Schumacher si è anche qualificato settimo per Sprint, finendo nono.

LEGGI DI PIÙ: Schumacher rivela i suoi secondi punti consecutivi mentre Magnussen rivela di aver superato un problema al motore sulla strada per la P8


3-ver.jpg

Verstappen sembrava in marcia sul Red Bull Ring, dove è arrivato primo venerdì, finendo Sprint in P1 davanti a entrambe le Ferrari – anche se le sue gomme hanno iniziato a cadere verso la fine per consentire a Leclerc di bloccarsi – ma domenica non è stata facile, Il leader del campionato ha perso contro Leclerc. Ha combattuto in modo leale e deciso, ma non è riuscito a tenere a bada le Ferrari, ed è arrivato secondo al Gran Premio con Sainz in pensione.

LEGGI DI PIÙ: Horner afferma che la Red Bull dovrebbe comprendere i problemi di decadimento dei pneumatici dell’Austria nonostante il “sano” vantaggio del campionato sulla Ferrari


4- OCO.jpg

Ocon ha impressionato i giudici ed è stato chiaro che era alla pari con le Alpi sin dall’inizio, qualificandosi quinto per lo sprint, finendo sesto a punti sabato e finendo quinto come ultimo pilota al primo giro di domenica. Forse è una prestazione che potrebbe essere facilmente trascurata, dato che Schumacher ha preso un sesto posto e Hamilton ha strappato l’ultimo posto sul podio, ma i giudici hanno sicuramente preso nota del fine settimana di Ocon.

LEGGI DI PIÙ: Ocon saluta il “weekend perfetto” per Albin dopo il quinto posto al Gran Premio d’Austria


5-SAI.jpg

Sainz è riuscito a finire terzo in griglia allo Sprint allora Ha sfidato il suo compagno di squadra Leclerc Per la P2 all’inizio della corsa di 100 km di sabato, lo spagnolo alla fine ha perso ed è scivolato dalla P3. A partire da domenica, Sainz sembrava in grado di aggiustare Verstappen per il secondo posto più avanti nella gara, poi le sue speranze sono state deluse quando Sainz è stato costretto al ritiro, proprio mentre stava preparando un passaggio per il campione in carica. Un DNF, ma i giudici hanno riconosciuto il duro lavoro di Sainz.

Leggi di più: “È la storia della mia stagione” – Sainz è frustrato dal fatto che “facile 1-2” abbia preso fuoco al Red Bull Ring


6-alo.jpg

Che fine settimana sulle montagne russe per Alonso. Si è qualificato ottavo per lo sprint ma un problema elettrico lo ha fatto partire finalmente per il Gran Premio. Era fuori a lungo al suo primo incarico, lottando per la P7 alla fine della gara. Ma una sosta fallita che ha visto il due volte iridato doversi fermare due volte durante il viaggio di sicurezza in ritardo significava che Alonso era fuori ai punti 10 giri prima. Ha fatto quattro passaggi alla fine per raccogliere l’ultimo punto in grande stile.

LEGGI DI PIÙ: “È stata una delle mie migliori gare della stagione” – Alonso lamenta la doppia sosta in ritardo che è costata alle Alpi “quinta e sesta” in Austria


7-ham.jpg

Con diverse grandi prestazioni domenica, Hamilton è arrivato settimo nella classifica di potenza nonostante abbia preso il podio in Austria. È possibile che l’incidente della Q3 di venerdì non abbia aiutato il punteggio del pilota Mercedes, né il P8 ha balbettato e vacillato allo Sprint, ma Hamilton ha girato la miccia nel Gran Premio ed è riuscito a finire ben davanti anche al compagno di squadra Russell.

Per saperne di più: Il podio è un “piccolo segno del mio apprezzamento” per la Mercedes per ricostruire la grande vettura, afferma Hamilton


8-MAG.jpg

Magnussen ha toccato terra con il sesto posto in qualifica, davanti al compagno di squadra, e ha concluso davanti a Schumacher con il settimo (e punti) allo Sprint. Ma domenica era appena uscito dal pilota tedesco ed è arrivato ottavo dietro a Lando Norris della McLaren. E’ ancora un buon fine settimana per il pilota danese, soprattutto considerando che sta lottando Problema al motore Al Gran Premio d’Austria domenica…


9-NOR.jpg

Norris ha diviso i piloti Haas in ottava posizione ed è stato davanti a Daniel Ricciardo per tutto il Gran Premio d’Austria. Il britannico è riuscito a qualificarsi solo per il 15° posto venerdì, tuttavia, migliorando in P11 allo Sprint. Da lì, Norris è arrivato settimo con un ultimo compito produttivo, nonostante una penalità di cinque secondi per aver violato i limiti della pista.

LEGGI ANCHE: ‘Potevamo avere un P6’, dice Norris, perché la penalità di tempo in pista gli è costata al Gran Premio d’Austria


10-rus.jpg

Russell, quarto classificato, è fuori dai primi dieci nelle classifiche di forza di questa settimana, che rispecchiano il fine settimana austriaco. Il pilota Mercedes è sceso al 19° posto domenica dopo aver contattato Perez e aver sfidato la sua penalità di corsia successiva di cinque secondi. Tuttavia, ha effettuato diversi sorpassi in pista ed è risalito al quarto posto dietro Hamilton. Oltre a Hamilton, anche Russell è caduto in qualifica, che è probabilmente un altro motivo per cui i suoi punteggi sono diminuiti questa settimana.

LEGGI DI PIÙ: Russell descrive il rigore di Perez come “crudele” mentre lamenta un’occasione persa sul podio in Austria

Perduto

Alex Albon è stato il pilota che ha saltato la top ten questa settimana, con il pilota della Williams che è arrivato 12° e un punteggio inferiore a Russell nella classifica di potenza questa settimana.

classifica


Leaderboardout.jpg

READ  Note sulla salute: Kershaw, Lewis, Barnes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.