Classifica 2022 Charles Schwab Challenge, punteggi: Sam Burns batte Scotty Schaeffler nei playoff per la quarta vittoria

Un’altra settimana, un altro deficit di sette tempi è stato spazzato via quando Sam Burns è uscito dal nulla per rivendicare il trofeo nella Charles Schwab Challenge del 2022. Dopo aver sparato nell’ultimo round di 5-under-65 in un giorno, la media dei punteggi del Colonial era di quasi 3 volte, il nativo della Louisiana è balzato in classifica e ha giocato un playoff con il suo buon amico Scotty Scheffler.

Punteggiato da un drammatico saltatore alla prima buca dei playoff, Burns ha afferrato non solo la sua giacca scozzese e Firebird ’79, ma, soprattutto, la sua terza vittoria della stagione. Per la maggior parte della giornata – diamine, per la maggior parte del campionato – si pensava quasi che Schaeffler stesse cercando la sua quinta vittoria negli ultimi quattro mesi.

I texani non sono stati in grado di guadagnare alcuno slancio, tuttavia, e alla fine sono caduti per 2 su 72. Schaeffler a volte ha sbagliato – ha perso una corsia sbagliata, ha valutato male il vento e generalmente sembrava a disagio sui Verdi – ma ha comunque resistito all’impulso Rinunciando alla fine, il suo pessimo gioco in condizioni difficili si è rivelato troppo, poiché Burns gli ha strappato il tappeto da sotto.

La vittoria di Burns nella Charles Schwab Challenge segna la sua quarta vittoria nei suoi ultimi 28 post, ed è ora di smettere di trattarlo come un rookie, ma piuttosto come una star che è qui per restare.

I confronti sono difficili, ma siamo costretti a farne un appassionato di sport, scrittori, ecc. I parallelismi tra Jordan Spith e Schaeffler sono stati fatti in modo nauseante, ma stranamente è il migliore amico di Spieth in tour, Justin Thomas, che trovo più simile a Burns.

READ  Bruce Arianes: "Probabilmente sarei ancora un allenatore" se Tom Brady non fosse uscito dal ritiro

Questo non è un pregiudizio per la novità o un’uscita facile dopo che Thomas si è ripreso da un suo deficit di sette colpi domenica scorsa al campionato PGA. Ma poniti questa domanda: ci sono due giocatori nel round che, quando sono in un round, sono presenti più caldo?

Puoi inserire Cameron Smith nel mix, ma Burns ha la capacità di catturare ogni buca quando spara a tutti i cilindri… così come Thomas. Burns era un giocatore collegiale noto per aver abbandonato la Southeast Conference… così come Thomas. Burns è passato in secondo piano quando il suo buon amico è salito al numero uno del mondo e tutti lo hanno unto con il prossimo grande… come ha fatto Thomas.

Thomas ha raggiunto il campionato PGA 2017 con quattro vittorie del PGA Tour in un periodo di 23 mesi. Burns (molto probabilmente) raggiungerà gli US Open con quattro vittorie in 13 mesi. Il 25enne è uno stallone certificato, un pilastro nella top ten della classifica mondiale ufficiale di golf, ed è solo questione di tempo prima che rivendichi il titolo di Main Champion per se stesso. Voto: A+

Ecco il resto dei nostri punteggi per la Charles Schwab Challenge 2022

2. Scotty Scheffler (-9): Ciao, ho scritto in parte a Schaeffler come vincitore del Charles Schwab Challenge. Nonostante il suo scarso gioco, mi sentivo come se stesse per trovare un modo per far uscire questa cosa come sembrano fare tutti i grandi. Non è la perdita del supplemento che lo terrà sveglio la notte, ma piuttosto la sua serie di 2 contro 72, perché un solo colpo gli avrebbe dato il trofeo. È ancora il miglior giocatore del mondo, motivo per cui si pensava che avrebbe vinto dopo aver preso una quota del primo posto al primo turno. Ha fatto delle pause negli ultimi quattro mesi, quindi forse è solo il modo in cui gli dei del golf hanno diffuso l’amore. Grado: A-

T4. Davis Riley (-7): Se perdere i playoff al Valspar Championship sembrava una puntura d’ape, questa persona deve essersi sentita come una vespa. Riley guidava il singolo in vantaggio su un difensore nove dopo tre birdie intorno al turno, ma un fallo altrettanto breve nel Par-3 13 è stato l’inizio della fine. Presto seguì un doppio spauracchio sei, e con esso le sue possibilità per il suo primo titolo nel PGA Tour svanirono. Le sue ultime cinque partenze sono state la lettura di T4-T13-T9-5-T4. Ci sarà una lotta con Cameron Young per il Rookie of the Year nei prossimi tre mesi. Grado: A

T4. Tony Fino (-7): Questo potrebbe essere il portellone più silenzioso dei primi cinque dell’anno, ma è un buon risultato per Finau, che è stato difficile da trovare. Il 32enne era senza una top 20 in un evento a tutto campo al di fuori del suo secondo classificato al Mexican Open. Tuttavia, il suo tiro al volo sembrava nitido e ora il suo gioco corto sta iniziando ad aiutarlo in modo coerente. Non poteva arrivare in un momento migliore, dato che il programma estivo sta iniziando a diventare più caldo con il Memorial Tournament della prossima settimana. Nelle sue precedenti sette partite, Finau ha accumulato quattro posti tra i primi 15, quindi aspettati che il suo buon gioco continui in Ohio. Grado: A-

T7. Jordan Spieth (-5): Niente dovrebbe sorprenderti quando si tratta di Spith in questi giorni, ma la sua ultima corsa potrebbe essere una perfetta sintesi dello stato del suo gioco; Ha pettinato sei fantasmi, sei par e sei uccelli. I texani si sono classificati tra i primi cinque in entrambi i colpi guadagnati dal tee e colpi guadagnati intorno al green, ma sono rimasti indietro nel loro approccio al gioco e, come al solito, alla sua racchetta. Spieth non si accontenterà di finire l’ultimo dei Colonial e si prenderà sicuramente del tempo per lavorare sul bastone piatto prima della prossima settimana. La buona notizia è che in passato ha fatto bene al Muirfield Village, avendo ottenuto successi sui Verdi in otto partite su 10. Grado: B+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.