Carlos Alcaraz batte il numero uno del mondo Novak Djokovic per raggiungere la finale del Madrid Open

Madrid – Rafael Nadal un giorno. Novak Djokovic successivo.

Elenco delle vittime dell’adolescente spagnolo Carlos Alcaraz aumento continuo.

Così è il clamore per l’ultimo ronzio nel tennis.

Dopo aver sconfitto il suo idolo Nadal nei quarti di finale di venerdì, il 19enne Alcaraz ha sconfitto Djokovic 6-7 (5), 7-5, 7-6 (5) dopo oltre 3 ore e mezza di sabato. Raggiungi la finale dell’Open di Madrid.

“Era uno di quei giochi da godere”, ha detto Alcaraz. “Nonostante la tensione, nonostante fossi andato in semifinale, ero 7-6 nel terzo set del tiebreak… Mi sono divertito. Fino all’ultimo punto sono riuscito a sorridere”.

Alcaraz è diventato il primo giocatore a battere Nadal e Djokovic nello stesso evento sulla terra battuta. Ha trasformato il suo terzo punto della partita davanti a una folla chiassosa al Caja Mágica Central Stadium.

“È fantastico ora”, ha detto Alcaraz. “Sono molto entusiasta di poter giocare questo tipo di partita, di poter battere Rafa ieri, di poter battere la testa di serie oggi”.

La vittoria di domenica darebbe all’Alcaraz il quarto titolo stagionale, il più alto di tutti i giocatori.

Affronterà il detentore del titolo Alexander Zverevche ha sconfitto Stefanos Tsitsipas 6-4, 3-6, 6-2. La seconda testa di serie tedesca ha realizzato tre delle sue cinque occasioni di break per rivendicare la vittoria in quasi due ore nella partita, che si è conclusa subito dopo l’una di notte, ora locale.

READ  Warriors punti contro Grizzlies, punti veloci: Stephen Curry e Jordan Bull guidano Golden State alla vittoria nella prima partita

Zverev è ora 19-2 a Madrid, dove ha anche vinto il titolo nel 2018.

“Questo è il mio stadio preferito al mondo”, ha detto Zverev. “Questa è Caja Mágica ed è fantastico per me perché ho partecipato a questo torneo e ho giocato davvero male. Non ero troppo sicuro di non aver vinto molte partite quest’anno, ma questo stadio mi ha portato qualcosa”.

La quarta testa di serie Tsitsipas ha battuto Zverev nelle semifinali di Monte Carlo all’inizio di quest’anno.

L’Alcaraz ha perso entrambe le partite contro lo Zverev l’anno scorso sul cemento.

“So che il 99,999% delle persone sarà contro di me domani”, ha detto con un sorriso, “ma va benissimo”. “Sono ancora grato di averti qui all’1:10. Domani sarà una partita divertente”.

Zverev è tornato a centrocampo vuoto dopo la partita per esercitarsi al servizio.

Alcaraz, il più giovane giocatore tra i primi 10 dopo Nadal nel 2005, ha vinto quest’anno a Miami, Rio de Janeiro e Barcellona.

Djokovic è ancora senza un titolo in questa stagione mentre continua a cercare di recuperare la sua forma migliore in difesa del suo titolo agli Open di Francia di questo mese.

“Congratulazioni a lui”, ha detto Djokovic. “Ha tenuto i nervi saldi molto bene”. “Per uno della sua età giocare con tale maturità e coraggio è ammirevole. Si meritava di vincere”.

Alcaraz, il più giovane ad aver mai raggiunto le semifinali di Madrid, ha preso il primo set ma Djokovic ha recuperato.

Lo spagnolo ha preso il secondo set dopo che Djokovic ha saltato tre break point per la partita, e ha continuato a pressare fino al terzo fino a quando non ha finalmente approfittato di uno dei suoi tanti tiebreak.

READ  Perché i Milwaukee Bucks hanno bisogno della vetta assoluta Giannis Antikonmo per sconfiggere i Boston Celtics

Il vincitore della partita è uno degli oltre 30 dritti vinti da Alcars che hanno mantenuto Djokovic sulla difensiva per tutto il tempo. Alcaraz ha ottenuto 51 vittorie rispetto alle 24 di Djokovic.

“Era molto vicino”, ha detto Alcaraz. “Aveva occasioni di break alla fine del secondo set. Anche nel primo set era molto vicino al tiebreak. Sinceramente non so cosa abbia fatto la differenza”.

L’Associated Press ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.