Boris Johnson: La Russia si sta preparando per la più grande guerra in Europa dal 1945

Lo ha detto il primo ministro britannico Boris Johnson in un’intervista BBC Avvertì che c’erano segnali che la Russia si stava preparando per “la più grande guerra in Europa dal 1945” e che lo “straordinario costo umano” di tale operazione, compresi i “giovani russi”, sarebbe stato esacerbato.

Alla domanda se l’invasione russa fosse ancora considerata “imminente”, il primo ministro britannico ha affermato che “in un certo senso ci sono tutte indicazioni che il piano sia già iniziato”. Ha detto che non c’erano segni di ammorbidimento della valutazione.

Boris Johnson ha detto che l’intelligence aveva deciso che Mosca intendeva occupare l’Ucraina e circondare la capitale, Kiev.

Dice che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha detto ai leader occidentali che l’intelligence spera che le forze russe non solo pianificheranno di entrare in Ucraina da est attraverso il Donbass, ma anche dalla Bielorussia all’area intorno a Kiev.

“Le persone devono capire il grande costo della vita umana che tali progetti possono causare”, ha avvertito Johnson. “Temo che il piano che vedremo sarà la più grande guerra in Europa dal 1945, solo in termini di dimensioni”, ha detto. “Ma le persone devono considerare non solo le vittime degli ucraini, ma anche quelle dei giovani russi”, ha aggiunto.

L’intervista completa sarà trasmessa su BBC One domenica alle 09:00 GMT (ora romana 11:00).

Il primo ministro Boris Johnson è stato intervistato a Monaco, dove i leader mondiali si sono incontrati alla Conferenza annuale sulla sicurezza. Lì, Boris Johnson ha incontrato il presidente ucraino Volodymyr Zhelensky e nel suo discorso alla conferenza ha avvertito che qualsiasi occupazione dell’Ucraina avrebbe ripercussioni in tutto il mondo.

READ  Un uomo britannico che ha combattuto a fianco del reggimento Azov rivela dei soldati in questa divisione

Stime recenti del governo degli Stati Uniti stimano il numero delle truppe russe attualmente di stanza al confine ucraino in Russia e nella vicina Bielorussia da 169.000 a 190.000.

Funzionari occidentali hanno avvertito nelle ultime settimane che la Russia potrebbe invadere l’Ucraina in qualsiasi momento, ma la Russia ha negato le sue intenzioni, dicendo che le sue truppe condurranno solo esercitazioni militari nella regione. Tuttavia, le tensioni nella regione separatista dell’Ucraina orientale si sono intensificate negli ultimi giorni e gli analisti temono che possa essere una scusa per provocare l’intervento russo.

Autore: Luana Pavaluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.