Boris Becker è stato condannato a due anni e mezzo di carcere per fallimento

All’inizio di questo mese, il 54enne ex numero uno e tre volte del mondo Wimbledon Champion, è stato condannato per quattro reati legati al suo fallimento, inclusa la mancata divulgazione, occultamento e rimozione di beni importanti, ha affermato il servizio fallimentare.

Durante la sentenza al Southwark Crown Court di Londra, Baker, supportato dalla sua compagna Lilian de Carvalho Monteiro, ha indossato un abito grigio, una camicia bianca e una cravatta a righe in verde Wimbledon e viola.

Il giudice Deborah Taylor, che ha pronunciato la sentenza, ha affermato la prima Tennis Il giocatore sconterà metà della penalità.

“Prendo in considerazione quella che è stata descritta come la tua caduta in disgrazia. Hai perso la tua carriera, la tua reputazione e tutti i tuoi beni a causa del tuo fallimento”, ha affermato il giudice dall’agenzia di stampa.

“Non hai mostrato rimorso e accettazione della tua colpa e hai cercato di prendere le distanze dal tuo insulto e fallimento.

“Anche se accetto la tua umiliazione come parte del procedimento, non c’era umiltà”.

Baker è stato dichiarato fallito nel giugno 2017, il che significa che è legalmente obbligato a rivelare tutti i suoi beni.

I beni che ha nascosto 426.930,90 euro (circa $ 450.000) – che sono stati trasferiti a diverse terze parti – includevano proprietà a Lehmann, in Germania e 75.000 azioni di Breaking Data Corp, secondo il servizio fallimentare.

Il procuratore Rebecca Chalkley, che ha esortato il giudice a emettere una condanna al carcere, secondo il procuratore generale, Rebecca Chalkley, ha detto che Baker “è stato selettivo nel pubblicizzare la sua proprietà. E quando è stato conveniente per lui, ha rivelato completamente; e quando lo era” t, non l’ha fatto.” “. a Reuters.

READ  Giochi paralimpici invernali: gli atleti russi e bielorussi non gareggeranno ai Giochi del 2022 dopo molteplici proteste, afferma IPC

Ha accusato Baker di “manipolare il sistema in malafede” nascondendo e trasferendo beni e privando i creditori di beni per oltre 2 milioni di sterline (2,51 milioni di dollari).

“La sentenza di oggi conferma che Boris Becker non ha rispettato il suo obbligo legale di dichiarare beni significativi nel suo fallimento”, ha affermato Dean Bell, amministratore delegato del servizio fallimentare.

“Questa convinzione serve come un chiaro avvertimento per coloro che credono di poter nascondere i propri beni e farla franca. Sarai scoperto e perseguito”.

Becker ha fatto la storia del tennis quando ha vinto Wimbledon all’età di 17 anni nel 1985 e ha vinto altri cinque titoli del Grande Slam in un periodo di 11 anni.

È rimasto attivo nel mondo del tennis da quando si è ritirato dallo sport, in particolare come allenatore di Novak Djokovic e attraverso frequenti apparizioni sui media come commentatore e analista.

Secondo PA, l’avvocato di Baker Jonathan Laidlaw ha detto alla corte che “il procedimento ha completamente distrutto la sua carriera e distrutto ogni altra possibilità di guadagnare un reddito”.

“L’ho sentito a brandelli”, ha aggiunto Laidlaw. “Non riuscirà a trovare lavoro e dovrà fare affidamento sulla carità degli altri se vuole sopravvivere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.