Bobby Riddle, cantante e nativo di Filadelfia noto per la canzone Wildwood Days, è morto all’età di 79 anni

Philadelphia (WPVI) Uno dei più grandi rock ‘n’ roll rock, Bobby Riddell, è morto martedì.

Riddle è morto per complicazioni dovute alla polmonite al Jefferson Hospital, secondo una dichiarazione rilasciata da Maria Novi, la sua coordinatrice del marketing e degli eventi.

Riddell, a cui è stato attribuito il merito di aver allungato la sua vita con un trapianto di rene e fegato nel 2012, aveva 79 anni.

Insieme a James Darren, Fabian e Frankie Avalon, Riddle era tra un’ondata di utili idoli adolescenti emersi dopo Elvis Presley e prima dell’ascesa dei Beatles.

Tra il 1959 e il 1964, ha avuto quasi trenta singoli tra cui “Wild One”, “Volare”, “Wildwood Days”, “Cha-Cha-Cha” e “Forget Him”, una canzone di consolazione per una ragazza odiata che ha contribuito a ispirare il classico dei Beatles “She Loves You”.

Ha avuto ruoli ricorrenti in “The Red Skelton Show” e altri programmi TV, e ha riscritto “Bye Bye Birdie” nel 1963 per dare a Rydell un ruolo da protagonista come il fidanzato di Ann-Margret. Non voleva trasferirsi a Hollywood, tuttavia, e “Birdy” è diventato il suo unico ruolo cinematografico significativo, anche se il successo del liceo nel famoso lirico degli anni ’70 Grease è stato intitolato a lui.

Riddle non si è mai allontanato dalle sue radici di Filadelfia, avendo vissuto nella zona per la maggior parte della sua vita. L’isolato dell’11th Street dove è cresciuto Bobby Riddle Boulevard è stato battezzato dalla sua città natale nel 1995.

Robert Ridarelli è nato in un quartiere di South Philadelphia che avrebbe anche prodotto gli idoli adolescenti Darren, Fabian e Avalon. Si conoscevano da bambini – Riddell suonava la batteria con Avalon alle trombe in un gruppo chiamato Rocco and the Saints.

READ  Tutte le notizie principali + film e TV che abbiamo imparato - Scadenza

Prima di decorare copertine di riviste e schermi di film per adolescenti, Riddle si è fatto le ossa da giovane nei club di Filadelfia.

Ha fatto il suo debutto come batterista a 7 anni, non come cantante. La sua prima batteria è stata un regalo di suo padre, Al Ridarelli, che ha ispirato la scelta dello strumento di suo figlio portandolo a guardare Gene Krupa esibirsi.

All’età di nove anni, ha debuttato in uno show televisivo amatoriale ed è diventato un batterista regolare per tre anni.

Rydell ha avuto la sua grande occasione nel 1959 su “American Bandstand”, che originariamente trasmetteva da Filadelfia. Presto seguì il suo primo successo, “Kissing Time”, e lo snello diciassettenne con un taglio di capelli a pompadour divenne famoso. Rydell e altri artisti di Filadelfia erano perfetti per il presentatore di “Bandstand” Dick Clark, che cercava di rendere il rock and roll appetibile per grandi e piccini. È anche apparso dal vivo in tutto il paese in un tour organizzato da Clarke.

I mutevoli gusti musicali annunciati dai Beatles e dal resto dell’invasione britannica hanno disinnescato le carriere di successo di Riddell e dei suoi connazionali, e ha continuato a esibirsi e registrare musica con scarso successo fino alla fine degli anni ’60 e ’70. Ma nel 1985 si unì ai suoi vecchi amici Avalon e Fabian per quello che pensavano sarebbe stato un paio di volte. Soprannominandosi “The Golden Boys of Bandstand”, gli spettacoli hanno avuto un tale successo che il trio è finito in tournée per tre anni e ha tenuto 300 spettacoli a livello nazionale.

Il “Wildwood Days” del 1963 è l’inno nazionale della famosa città del South Jersey. Wildwood continua a suonare la canzone di Rydell fino ad oggi per accogliere i visitatori nella destinazione costiera.

READ  La coppia reale britannica intraprende un tour dei Caraibi dopo aver protestato in Belize

“Ho avuto il piacere di incontrare Bobby Riddle un paio di volte. Un artista brillante e, soprattutto, un vero gentiluomo. Nonostante il suo successo, non ha mai dimenticato le sue radici. Amava davvero Wildwood. Spero che sia ogni giorno libero e ogni notte “, ha detto martedì sera il sindaco di Wildwood Pete Byron. “Riposa in pace, il figlio prediletto di Wildwood”.

Coloro che hanno conosciuto Riddle personalmente dicono che non ha mai dimenticato da dove veniva e ha sempre restituito alla sua comunità.

“È sempre stato molto generoso con il suo tempo e si è offerto volontario per molti enti di beneficenza”, ha affermato il sindaco di Filadelfia Jim Kenny.

Ann Catania, di Ten Pennies Florist, era un’amica della famiglia Rydells. Ha anche disegnato fiori per il matrimonio di sua figlia.

“Non dimenticherò mai la sua musica, il suo amore o la sua amicizia. Sono triste per aver perso qualcuno come lui”, ha detto.

Per oltre 30 anni, il cantante Rydell si è esibito in centinaia di spettacoli in tutto il paese. Doveva esibirsi a giugno al Golden Nugget di Atlantic City.
Jerry Blavat, alias The Geator with the Heater, ha suonato molte canzoni di Rydell nel corso degli anni.

“Quel suono era prima di Kenny Gamble e Leon Huff. Il rock ‘n’ roll era all’apice del rock ‘n’ roll. Bobby era un artista esperto”, ha detto Blavat.

La fidanzata e prima moglie di Riddle, Camille, è morta nel 2003.

Lascia la sua seconda moglie, Linda Hoffman, che ha sposato nel 2009 con il figlio Robert Ridarelli, la figlia Jennifer Doolin e cinque nipoti.

READ  Mo'Nique e Lee Daniels risolvono una faida durata 13 anni mentre l'attrice entra nella Demon House di Netflix

L’Associated Press ha contribuito a questo rapporto.

Copyright © 2022 WPVI-TV. Tutti i diritti riservati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.