Biden svela un pacchetto di sicurezza da 800 milioni di dollari per l’Ucraina in chiamata con Zelensky

Arriva quando i funzionari statunitensi avvertono di una nuova fase potenzialmente sanguinosa nella guerra in corso, che si concentra sulle regioni orientali dell’Ucraina mentre la Russia ritira le sue forze dall’area intorno alla capitale, Kiev.

“L’esercito ucraino ha usato le nostre armi con effetti devastanti. Mentre la Russia si prepara a intensificare la sua offensiva nella regione del Donbass, gli Stati Uniti continueranno a fornire all’Ucraina capacità per difendersi”, ha affermato Biden in una nota.

Biden ha fornito i dettagli del nuovo annuncio in una telefonata di mezzogiorno con Zelensky che è durata circa un’ora.

“Il dialogo in corso con POTUS è continuato. Valutazioni sui crimini di guerra russi. Discusso pacchetto aggiuntivo di potenziali aiuti alla difesa macrofinanziaria. Concordato per rafforzare le sanzioni”, ha scritto Zelensky su Twitter.

Il Pentagono ha annunciato che gli Stati Uniti stanno fornendo all’Ucraina 11 elicotteri Mi-17, 300 droni Switchblade, 18 obici e equipaggiamento protettivo per la protezione dagli attacchi chimici nell’ultimo lotto di assistenza alla sicurezza approvata dalla Casa Bianca. Inoltre, il nuovo pacchetto di armi include 200 veicoli corazzati per il trasporto di personale M113, 10 radar anti-artiglieria, 500 missili anticarro Javelin e 30.000 set di armature ed elmetti.

Il segretario stampa del Pentagono John Kirby ha affermato che il piano da 800 milioni di dollari è destinato a “soddisfare i bisogni immediati dell’Ucraina nella battaglia di oggi” poiché le forze russe spostano il fulcro della loro offensiva sull’Ucraina orientale e meridionale. Ha affermato che le armi inizieranno a essere inviate in Ucraina “il prima possibile”, osservando che la precedente assistenza alla sicurezza è stata inviata in meno di quattro o cinque giorni dopo l’approvazione dei pacchetti di sicurezza.

READ  Nazanin Zaghari-Ratcliffe, operatore di beneficenza britannico, rilasciato dall'Iran, arriva nel Regno Unito

A partire da martedì sera, due fonti hanno affermato che gli elicotteri sono stati rimossi dalla lista degli aiuti, anche se Biden ha affermato nella sua dichiarazione che alla fine sono stati inclusi. L’Ucraina aveva inizialmente chiesto all’ultimo minuto alla Casa Bianca di non inviare gli elicotteri, indicando che voleva più tempo per valutare se fossero utili. Ma durante la telefonata di mercoledì, Zelensky ha detto a Biden che il suo paese aveva bisogno di loro, quindi sono stati restituiti al pacco, ha detto una fonte a conoscenza della questione.

Kirby ha detto che gli elicotteri Mi-17 che sono stati aggiunti al pacchetto sono per l’Afghanistan.

La spedizione porta 800 milioni di dollari Importo totale degli aiuti militari Gli Stati Uniti hanno fornito all’Ucraina più di 3 miliardi di dollari. Il budget per la difesa dell’Ucraina per il 2020 è stato di soli 6 miliardi di dollari, secondo lo Stockholm International Peace Research Institute. In meno di due mesi, gli Stati Uniti hanno fornito quasi la metà dell’assistenza alla sicurezza, evidenziando il ritmo con cui la Casa Bianca ha lavorato per inviare armi e attrezzature.
I rifugiati ucraini in Polonia ricevono aiuto per traumi che non puoi vedere - Salute mentale

La consegna dei pacchi precedente era ancora in corso poiché sono stati annunciati nuovi pacchi. Gli Stati Uniti si aspettano che il numero rimanente dei suoi primi 100 sistemi di droni Switchblade arrivi in ​​Ucraina “entro il giorno successivo”, secondo un alto funzionario della difesa statunitense.

Il funzionario ha anche affermato che un altro carico di missili anticarro Javelin dagli Stati Uniti dovrebbe arrivare in Ucraina entro le prossime 24 ore. Il funzionario ha dichiarato mercoledì durante una conferenza stampa fuori campo che gli Stati Uniti hanno anche contribuito a coordinare due spedizioni aeree da altri due paesi all’Ucraina.

READ  Guerra russo-ucraina: le ultime notizie

I droni Switchblade sono piccoli droni portatili che trasportano testate ed esplodono all’impatto. Il modello più piccolo può raggiungere un obiettivo fino a sei miglia, secondo l’azienda che produce i droni.

“La continua fornitura di armi che gli Stati Uniti, i loro alleati e partner hanno fornito all’Ucraina è stata fondamentale per la sua continua guerra contro l’invasione russa. Ha contribuito a garantire che Putin fallisse nei suoi obiettivi iniziali di conquista e controllo dell’Ucraina. Non possiamo. Riposa ora Come ho assicurato al presidente Zelensky, il popolo continuerà a sostenere il coraggioso popolo ucraino nella sua lotta per la libertà”, ha scritto Biden in una nota.

Il Pentagono stava ancora lavorando su come le forze statunitensi avrebbero addestrato gli ucraini su alcuni dei nuovi sistemi che avrebbero inviato nel loro pacchetto di assistenza alla sicurezza.

“Stiamo ancora lavorando su come saranno queste opzioni, come sarà questo addestramento, quante truppe statunitensi saranno coinvolte, dove saranno e per quanto tempo”, ha detto Kirby in una conferenza stampa. Briefing con i giornalisti.

Ha detto che gli Stati Uniti sarebbero in grado di addestrare gli ucraini nei nuovi sistemi “molto, molto rapidamente”, probabilmente addestrando un piccolo numero di forze ucraine che potrebbero poi addestrare altre, anche sui droni Switchblade, alcuni dei quali sono già stati spedito In un pacchetto di aiuto precedente.

Perché l'amministrazione Biden sta fornendo all'Ucraina nuove armi più pesanti

La nuova partita di denaro per l’Ucraina arriva mercoledì mentre il Pentagono ha ospitato gli amministratori delegati degli otto maggiori appaltatori dell’esercito per imparare come armare l’Ucraina più velocemente, secondo una lettura della riunione riservata.

La tavola rotonda, guidata dal vicesegretario alla Difesa Kathleen Hicks, si è concentrata sugli obiettivi del Pentagono per Continua a rifornire di armi l’Ucraina Con la capacità di mantenere la prontezza delle forze statunitensi e supportare la difesa degli alleati.

Il Pentagono ha cercato una migliore comprensione delle sfide che gli appaltatori della difesa devono affrontare nella rapida produzione di armi e attrezzature che si sono rivelate fondamentali per la difesa dell’Ucraina, secondo la lettura.

READ  Ucraina e Russia: cosa devi sapere ora

Martedì, un funzionario dell’industria della difesa ha dichiarato alla CNN che i principali produttori di armi stanno affrontando gravi problemi nella catena di approvvigionamento e una carenza di manodopera a prezzi accessibili. Il funzionario ha affermato che la capacità di produzione potrebbe affrontare ulteriori sfide poiché i contratti ucraini competono con l’aumento della spesa per la difesa degli Stati Uniti per la produzione esistente.

La tavola rotonda confidenziale di mercoledì mirava in parte ad affrontare queste preoccupazioni in una serie di discussioni in corso tra il Pentagono e i maggiori produttori di armi, tra cui Lockheed Martin, Raytheon e General Dynamics. Ma si è concentrato principalmente sull’obiettivo di “accelerare la produzione” di armi per l’Ucraina, compresi i sistemi che possono essere spediti rapidamente e utilizzati efficacemente con un addestramento minimo.

Un alto funzionario della difesa ha affermato mercoledì che massicce spedizioni di armi in Ucraina non hanno influito sulla prontezza delle forze statunitensi. Il funzionario ha descritto come “prudente” avere discussioni “prima che diventi una questione di crisi per la nostra preparazione”.

Questa storia è stata aggiornata con rapporti aggiuntivi mercoledì.

Oren Lieberman, Natasha Bertrand, Jeremy Herb, Michael Conti, Kaitlan Collins e Jim Scioto della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.