Biden news oggi: Mohammed bin Salman risponde al presidente sull’omicidio di Jamal Khashoggi

Biden afferma che gli Stati Uniti useranno la forza come “ultima risorsa” per prevenire le armi nucleari iraniane

Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman ha risposto al presidente Joe Biden quando ha affrontato l’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi durante il controverso incontro tra i due leader.

Una fonte ha affermato che – di fronte all’ordine di uccidere il dissidente saudita e Washington Post Il giornalista Khashoggi – Mohammed bin Salman ha sollevato due episodi che, secondo lui, si riflettevano negativamente sugli Stati Uniti: il maltrattamento dei prigionieri da parte dell’esercito americano nella prigione irachena di Abu Ghraib e l’uccisione della giornalista palestinese-americana Shireen Abu Akle.

Biden ha detto ai giornalisti di aver fatto pressioni su Mohammed bin Salman per l'”oltraggiosa” uccisione di Khashoggi durante un incontro ad ampio raggio tra alti funzionari statunitensi e sauditi.

Ha detto: “Ho affermato molto chiaramente … che un presidente americano rimane in silenzio sulla questione dei diritti umani, che non è d’accordo con chi siamo e chi sono”.

Ciò è avvenuto dopo che Biden è stato preso di mira per un uomo che si crede abbia ordinato l’omicidio di Khashoggi.

Il viaggio del Presidente in Medio Oriente è proseguito sabato anche con un incontro a Gedda con il Primo Ministro iracheno Al-Kadhimi, dove hanno discusso della partnership bilaterale tra i due Paesi e della loro determinazione a garantire che l’Isis non riemergesse.

1658004048

Biden posa per una “foto di famiglia” con il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman

Il presidente Joe Biden ha scattato una “foto di famiglia” con il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, poche ore dopo lo scambio di dure parole sull’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi.

READ  Monte Cuzna: sette morti in un incidente in elicottero in Italia

Il presidente è stato al fianco del principe ereditario, noto come MBS, insieme ad altri leader in Medio Oriente sabato, prima di salire a bordo dell’Air Force One e lasciare la regione.

Nelle foto, Biden era in piedi con le mani giunte davanti a lui e Mohammed bin Salman alla sua destra. Ad un certo punto, i due leader sembravano scambiarsi le parole.

A loro si è unito alla telefonata il re del Bahrain, Hamad bin Isa bin Salman Al Khalifa. Il presidente egiziano Abdel Fattah el-Sisi. re Abdullah II di Giordania; Emiro del Qatar Sheikh Tamim bin Hamad Al Thani. Il principe ereditario del Kuwait Mishaal Al-Ahmad Al-Jaber Al-Sabah. Il primo ministro iracheno Mustafa al-Kadhimi. Il presidente degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan, e Asaad bin Tariq Al Said, rappresentante speciale del Sultano dell’Oman.

La cosiddetta “foto di famiglia” arriva dopo l’incontro di venerdì tra Biden e Mohammed bin Salman, in cui il presidente degli Stati Uniti ha affermato di aver affrontato il principe ereditario saudita per il suo ruolo nell’omicidio di Khashoggi.

indipendenteRachel Sharp ha la storia completa:

1658002248

Mohammed bin Salman risponde a Biden con critiche americane

La risposta del principe ereditario saudita Mohammed bin Salman a Joe Biden è stata rivelata dalle polemiche americane quando il presidente degli Stati Uniti lo ha affrontato per l’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi.

Una fonte che ha familiarità con il controverso incontro tra i due leader di venerdì ha detto CNN Che il principe ereditario, noto come MBS, abbia risposto fomentando la morte della giornalista palestinese-americana Shireen Abu Akleh e gli incidenti in cui i soldati statunitensi hanno abusato dei prigionieri nella prigione di Abu Ghraib in Iraq.

La fonte ha affermato che Mohammed bin Salman ha detto a Biden che i due incidenti si sono riflessi negativamente sugli Stati Uniti.

indipendenteRachel Sharp ha la storia completa:

1658000448

L’Iran impone sanzioni a 61 americani, tra cui Mike Pompeo

L’Iran ha imposto un nuovo round di sanzioni a 61 americani, tra cui l’ex segretario di Stato Mike Pompeo, l’ex avvocato di Trump Rudy Giuliani e l’ex consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca John Bolton.

Sabato, il ministero degli Esteri iraniano ha annunciato di aver imposto sanzioni a un gruppo di americani che hanno espresso il loro sostegno al gruppo scissionista, l’Organizzazione dei Mojahedin del popolo iraniano.

E finora la nazione ha imposto sanzioni a più di 70 americani in più quest’anno, poiché le speranze di rilanciare l’accordo nucleare del 2015 continuano a vacillare.

Il presidente Joe Biden sta cercando di rientrare nell’accordo nucleare raggiunto sotto l’amministrazione Obama prima che l’amministrazione Trump lo smantellasse.

La nuova serie di sanzioni è stata rilasciata lo stesso giorno in cui il presidente Joe Biden ha parlato con un gruppo di leader in Medio Oriente, affermando che l’Iran non ha mai avuto armi nucleari.

1657998648

Le politiche irrealistiche sulle emissioni del principe ereditario saudita porteranno a un’inflazione “senza precedenti”.

Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman ha affermato che le politiche “irrealistiche” sulle emissioni porteranno a un’inflazione “senza precedenti”, con maggiori investimenti necessari nei combustibili fossili e nelle tecnologie per l’energia pulita.

Mohammed bin Salman ha parlato sabato al Consiglio di cooperazione del Golfo della domanda globale di petrolio mentre i prezzi del gas continuano a salire.

Ha sottolineato che “l’adozione di politiche irrealistiche per ridurre le emissioni escludendo le principali fonti di energia porterà nei prossimi anni a un’inflazione senza precedenti, all’aumento dei prezzi dell’energia, all’aumento della disoccupazione e all’aggravamento di gravi problemi sociali e di sicurezza”.

Ha aggiunto che la “situazione geopolitica” e la pandemia hanno fatto sì che la transizione verso fonti energetiche sostenibili richiedesse un approccio “realistico e responsabile”.

I suoi commenti arrivano dopo che Biden ha detto ai giornalisti che Mohammed bin Salman aveva accettato di aumentare la produzione di petrolio in Arabia Saudita – una mossa che abbasserebbe i prezzi del gas per gli americani – durante il loro controverso incontro di venerdì.

1657996848

Mohammed bin Salman afferma che l’Arabia Saudita non può produrre più petrolio

Mohammed bin Salman ha affermato che l’Arabia Saudita non può aumentare in modo significativo la sua produzione di petrolio, dopo che il presidente Joe Biden ha incontrato il principe ereditario nel tentativo di affrontare i prezzi estremamente elevati del gas negli Stati Uniti.

Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman ha dichiarato sabato al Consiglio di cooperazione del Golfo che il suo paese ricco di petrolio era quasi al limite della sua produzione di petrolio e non poteva produrre più di 13 milioni di barili al giorno.

Secondo la US Energy Information Administration, l’Arabia Saudita attualmente produce circa 10,2 milioni di barili di greggio al giorno.

I suoi commenti arrivano dopo che Biden ha detto ai giornalisti che Mohammed bin Salman aveva accettato di aumentare la sua produzione di petrolio – una mossa che avrebbe abbassato i prezzi del gas per gli americani – durante il loro controverso incontro di venerdì.

1657995232

Biden discute della sicurezza alimentare e dell’approvvigionamento energetico con il presidente egiziano

Il presidente Joe Biden ha discusso della sicurezza alimentare e delle interruzioni di corrente con il presidente egiziano Abdel Fattah el-Sisi quando si sono incontrati faccia a faccia per la prima volta.

I due leader si sono incontrati sabato a Gedda dove hanno parlato del cambiamento climatico, del rilancio del processo di pace palestinese e del funzionamento della Grande Diga del Rinascimento etiope.

La diga rinascimentale è da anni al centro del confronto in corso tra Egitto ed Etiopia.

Il Cairo ha affermato che la costruzione della massiccia diga sul fiume Nilo potrebbe limitare l’accesso all’acqua in Egitto. Funzionari egiziani hanno detto che Sisi ha parlato del suo desiderio di raggiungere un accordo legalmente vincolante sul funzionamento della diga.

La Casa Bianca ha detto che il signor Biden si è congratulato con il signor Sisi per la 27a presidenza egizianaDecimo La Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP 27) a Sharm el-Sheikh lo scorso novembre e il suo ruolo nell’affrontare la crisi climatica.

“I due leader hanno affermato il sostegno dei loro paesi al Global Methane Pledge (GMP) e al nuovo percorso energetico GMP, a cui l’Egitto ha aderito nel settore petrolifero e del gas”, si legge nella dichiarazione.

I due leader hanno riaffermato la nuova partnership USA-Egitto sull’adattamento in Africa, co-guidata da USA ed Egitto, e si sono concentrati sulla realizzazione di iniziative concrete che migliorino la vita delle persone e aiutino a costruire la resilienza di fronte a un clima che cambia. I leader si sono impegnati a convocare la riunione del gruppo di lavoro congiunto USA-Egitto sul clima il prima possibile”.

L’incontro ha rappresentato un ulteriore calore nelle relazioni tra i due Paesi, dopo che i due leader si sono scontrati in passato su questioni relative ai diritti umani.

Le relazioni hanno iniziato a migliorare dopo che l’Egitto ha compiuto sforzi per mediare un cessate il fuoco a Gaza nel maggio 2021.

1657993248

Che fine ha fatto Jamal Khashoggi?

Il 2 ottobre 2018 Jamal Khashoggi – A Washington Post Giornalista e schietto critico del governo saudita – è stato assassinato all’interno del consolato saudita a Istanbul.

Funzionari statunitensi hanno affermato che l’omicidio è stato eseguito da una squadra di agenti dell’intelligence legata al principe ereditario saudita Mohammed bin Salman – noto come MBS – prima di smembrare il suo corpo con una sega per ossa.

Il governo saudita inizialmente ha negato qualsiasi coinvolgimento nell’omicidio prima di affermare che gli agenti lo hanno ucciso per errore mentre cercavano di estradarlo in Arabia Saudita.

Le agenzie di intelligence statunitensi in seguito hanno concluso che Mohammed bin Salman aveva ordinato la sua uccisione.

Mohammed bin Salman ha sempre negato qualsiasi responsabilità, una negazione che ha continuato a sostenere quando ha incontrato faccia a faccia il presidente Joe Biden venerdì.

1657991427

L’avvocato americano che ha difeso Khashoggi è detenuto negli Emirati Arabi Uniti

Un avvocato americano che ha difeso il giornalista assassinato Jamal Khashoggi è stato arrestato negli Emirati Arabi Uniti, scatenando ulteriori polemiche sul viaggio del presidente Joe Biden in Medio Oriente.

Asim Ghafoor, cittadino statunitense e avvocato per i diritti civili della Virginia, è stato arrestato giovedì all’aeroporto di Dubai mentre si recava a Istanbul per un matrimonio di famiglia, secondo l’organizzazione Democracy in the Arab World Now (DAWN).

L’organizzazione per i diritti umani ha affermato che il signor Ghafoor è ora detenuto in un centro di detenzione ad Abu Dhabi con l’accusa di condanna in contumacia per riciclaggio di denaro.

Dawn ha detto in una dichiarazione venerdì che il signor Ghafoor non era a conoscenza di alcuna condanna.

indipendenteRachel Sharp ha la storia completa:

1657989627

ICYMI: La controversa critica di Biden a Mohammed bin Salman

Il presidente Joe Biden è stato preso di mira venerdì quando la telecamera lo ha ripreso mentre salutava il principe ereditario saudita con un pugno informale.

L’intelligence americana ha scoperto che il principe ereditario Mohammed bin Salman – noto anche come MBS – era responsabile dell’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi.

Guarda l’imbarazzante incontro tra Biden e Mohammed bin Salman di seguito:

Joe Biden salta il pugno del principe ereditario saudita dopo aver promesso di renderlo “emarginato”

1657987827

Biden posa per una “foto di famiglia” con il principe ereditario saudita

Il presidente Joe Biden ha posato per una “foto di famiglia” con il principe ereditario saudita, poche ore dopo che i due uomini si erano scambiati dure parole sull’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi.

Le immagini mostrano il presidente insieme al principe ereditario Mohammed bin Salman insieme ad altri leader del Medio Oriente sabato, l’ultimo giorno del suo viaggio di quattro giorni nella regione.

Come mostrato nelle immagini: Re del Bahrain Hamad bin Isa bin Salman Al Khalifa. Il presidente egiziano Abdel Fattah el-Sisi. re Abdullah II di Giordania; Emiro del Qatar Sheikh Tamim bin Hamad Al Thani. Il principe ereditario del Kuwait Mishaal Al-Ahmad Al-Jaber Al-Sabah. Il primo ministro iracheno Mustafa al-Kadhimi. Il presidente degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan, e Asaad bin Tariq Al Said, rappresentante speciale del Sultano dell’Oman.

La cosiddetta “foto di famiglia” arriva dopo l’incontro di venerdì tra Biden e MSB in cui il presidente degli Stati Uniti ha affermato di aver affrontato il principe ereditario saudita per il suo ruolo nell’omicidio di Khashoggi.

L’incontro stesso è stato fonte di contesa, soprattutto visti i commenti di Biden durante la corsa alla Casa Bianca del 2020 secondo cui avrebbe reso l’Arabia Saudita un “paria”.

Il Presidente ha subito provocato una reazione contraria quando ha salutato MSB con un pugno amichevole all’inizio della riunione.

Il presidente Joe Biden è spalla a spalla con MSB

(Agenzia per la protezione ambientale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.