Biden ha detto di aver sollevato la questione dell’omicidio di Jamal Khashoggi al principe ereditario saudita durante un incontro durato ore

Nei commenti a tarda notte di Gedda, Biden ha affermato di aver sollevato l’omicidio di Khashoggi con il principe ereditario Mohammed bin Salman, il sovrano de facto del regno, durante l’incontro. L’anno scorso, la comunità dell’intelligence statunitense ha concluso di sostenere l’omicidio di Khashoggi. Il principe ereditario ha negato qualsiasi ruolo.

“L’ho sollevato all’inizio della riunione e ho chiarito cosa pensavo in quel momento e cosa sto pensando ora”, ha detto Biden. “Sono stato franco e diretto nel discuterne. Ho espresso chiaramente il mio punto. ” “Ho detto molto francamente che il silenzio del presidente degli Stati Uniti sulla questione dei diritti umani va contro chi siamo e chi sono io. Difenderò sempre i nostri valori”.

Alla domanda da un giornalista come avrebbe risposto il principe ereditario, Biden ha detto: “In pratica ha detto che non ne era personalmente responsabile. Ho indicato che pensavo che lo fosse”.

Biden è arrivato a Jeddah venerdì e ha partecipato a un incontro ufficiale con il re saudita Salman, ma – a causa del deterioramento della salute del re – il principe ereditario ha condotto la sessione di lavoro. Le foto di Biden e del principe ereditario, noto anche come MBS, sono state rapidamente promosse dal governo saudita, anche sulla televisione di stato saudita e su Twitter. Khashoggi, un editorialista del Washington Post che risiede negli Stati Uniti, è stato un critico nei confronti dei governanti sauditi ed è stato ucciso in un consolato a Istanbul nel 2018. Funzionari turchi hanno detto all’epoca che il giornalista era stato picchiato, torturato e smembrato.

Prima del loro incontro di ore, bin Salman venerdì ha respinto le domande dei giornalisti sul fatto che si sarebbe scusato con la famiglia di Khashoggi, e Biden non ha risposto se considerasse ancora l’Arabia Saudita un “paria”.

I funzionari della Casa Bianca hanno convenuto che sarebbero stati oggetto di pesanti critiche per l’incontro, anche da parte di membri del partito di Biden, ma hanno deciso di andare avanti perché lo vedevano come l’opzione più pratica, riconoscendo che lavorare con i sauditi è molto più facile che senza di essa. essi.

Il presidente ha più volte difeso La sua decisione di recarsi in Arabia Saudita e incontrare Mohammed bin Salman, Preservare la sua amministrazione vuole guidare nella regione e non creare un vuoto per essa Russia E la Cina da riempire.

I membri del partito di Biden hanno subito criticato l’urto del pugno.

Il rappresentante democratico Adam Schiff della California ha detto parole taglienti a Biden e ha twittato: “Se mai avessimo bisogno di un promemoria visivo della continua presa che gli autocrati ricchi di petrolio hanno sulla politica estera degli Stati Uniti in Medio Oriente, ce l’abbiamo oggi. Un pugno bump vale più di mille parole.” .

Il rappresentante Tom Malinowski del New Jersey ha dichiarato in un’intervista a “Newsroom” della CNN che, sebbene credesse che Biden fosse “onesto, a differenza del suo predecessore” riguardo al coinvolgimento dell’Arabia Saudita nell’omicidio di Khashoggi, “non sono ancora del tutto a mio agio con l’immagine di questo incontro.”

Biden in Arabia Saudita

Il volo per Gedda La Casa Bianca è stata particolarmente pungente da quando è apparsa all’inizio di quest’anno, data la promessa elettorale del presidente di fare della nazione un paese “paria” per l’omicidio di Khashoggi.
Biden si era fermato Impegnandosi a denunciare l’omicidio di Khashoggi direttamente con i leader dell’Arabia Saudita, ha affermato di aver parlato “sempre” di diritti umani e che le sue opinioni sull’omicidio erano “assolutamente chiare e positive”. Funzionari statunitensi hanno detto alla CNN in futuro Dal viaggio che Biden avrebbe dovuto fare Khashoggi con Mohammed bin Salman.

La decisione di fissare e tenere incontri con il principe ereditario ha rappresentato un importante allontanamento dalla posizione di Biden durante la campagna elettorale del 2019, quando ha affermato di ritenere che Mohammed bin Salman avesse ordinato l’omicidio di Khashoggi e che avrebbe fatto “pagare il prezzo” all’Arabia Saudita.

READ  I consiglieri di Putin "hanno paura di dirgli la verità" sull'errore dell'Ucraina, afferma il presidente russo Vladimir Putin, capo del GCHQ

“C’è pochissimo valore di riscatto sociale per – nell’attuale governo in Arabia Saudita”, ha detto Biden al dibattito delle primarie democratiche di novembre 2019.

Questi commenti hanno portato a molte speculazioni prima del viaggio sul fatto che Biden stringerà la mano al principe ereditario o verrà fotografato con lui. Questa speculazione è cresciuta solo quando la Casa Bianca ha affermato che il presidente stava cercando di ridurre i contatti con gli altri in mezzo alla diffusione di una variante trasmissibile della variante Omicron di Covid-19 e avrebbe offerto colpi di pugno invece di una stretta di mano.

Una portavoce della Casa Bianca ha negato che fossero state emanate direttive per fornire a Biden una scusa per evitare di stringere la mano a Mohammed bin Salman al suo arrivo a Gedda. Biden ha stretto la mano notevolmente più volte durante i suoi due giorni in Israele, aggiungendosi al controllo dei suoi primi saluti con Mohammed bin Salman.

Per settimane, Biden e altri funzionari della Casa Bianca hanno cercato di minimizzare il suo incontro con il principe ereditario.

“Non incontrerò Mohammed bin Salman. Parteciperò a un incontro internazionale e lui ne farà parte”, ha detto Biden ai giornalisti il ​​mese scorso.

Ma non incontrerà altri leader mondiali al vertice del GCC+3 fino a sabato e venerdì e l’attenzione rimarrà sui sauditi.

La Casa Bianca non ha riconosciuto che Biden si sarebbe incontrato direttamente con Mohammed bin Salman fino alla pubblicazione del programma del presidente giovedì sera.

La Casa Bianca annuncia accordi politici con i sauditi

Sebbene non si preveda di annunciare esplicitamente un aumento della produzione di petrolio una volta che Biden lascerà Gedda, i funzionari prevedono di annunciarlo nelle prossime settimane, oltre ai progressi sul cessate il fuoco in Yemen. La visita di lavoro di Biden con Mohammed bin Salman è vista come un’opportunità per ripristinare la relazione e i funzionari affermano che, a seconda di come andrà l’incontro, Biden può iniziare a comunicare con Mohammed bin Salman direttamente durante le chiamate, cosa che finora si è rifiutato di fare.

Durante la notte, l’Arabia Saudita ha confermato l’atteso annuncio di apertura del suo spazio aereo a Israel Airlines. Biden ha elogiato la “decisione storica” ​​che è seguita a “mesi di diplomazia coerente”, sottolineando che sarebbe diventato il primo presidente degli Stati Uniti a volare da Israele all’Arabia Saudita.

Il viaggio arriva tra l’aumento dei prezzi del gas e l’inflazione dilagante negli Stati Uniti e in tutto il mondo, in parte dovuta a L’invasione russa dell’Ucraina, anche se il presidente e altri funzionari hanno respinto le ricche forniture di petrolio dell’Arabia Saudita come un importante catalizzatore per il viaggio. Un funzionario della Casa Bianca ha affermato che gli Stati Uniti hanno elogiato l’Arabia Saudita per il suo impegno a “sostenere l’equilibrio del mercato petrolifero globale per una crescita economica sostenibile”, citando la mossa come una mossa che spingerebbe i prezzi al ribasso nelle prossime settimane.

“Abbiamo accolto con favore l’aumento del 50% dei livelli di produzione al di sopra di quanto pianificato a luglio e agosto. Questi e altri passaggi che prevediamo nelle prossime settimane aiuteranno a stabilizzare significativamente i mercati”, ha affermato il funzionario.

READ  Le proteste sono scoppiate con il ritorno delle elezioni filippine per Marcos alla presidenza

I due paesi firmeranno anche un memorandum di cooperazione sulla tecnologia 5G e 6G, come parte della spinta dell’amministrazione per espandere le infrastrutture in tutto il mondo. “Collegherà le società tecnologiche statunitensi e saudite nello sviluppo e nell’implementazione del 5G utilizzando reti di accesso wireless aperte, virtuali e basate su cloud e nello sviluppo del 6G attraverso tecnologie simili”.

La serie di annunci promuove anche la conservazione e l’estensione della tregua mediata dalle Nazioni Unite nella guerra in Yemen.

“Il presidente Biden ha accolto con favore il forte impegno del Regno dell’Arabia Saudita per la tregua, in particolare la sua leadership in collaborazione con il governo yemenita nell’aiutare a riprendere i voli commerciali diretti da Sana’a ad Amman e al Cairo per la prima volta in sette anni e nel sostenere la presidenza presidenziale dello Yemen Consiglio direttivo. Ciò contribuirà a migliorare i servizi di base e la stabilità economica per alleviare le sofferenze dello Yemen”.

Gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita hanno anche firmato un memorandum d’intesa tra il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti e il Ministero della salute saudita in materia di salute pubblica. I due paesi collaboreranno su “sistemi di informazione sanitaria, rafforzamento delle capacità nella fornitura di servizi sanitari, sorveglianza delle malattie, malattie infettive emergenti, affrontare i problemi di salute delle donne e delle popolazioni con bisogni speciali e politiche pubbliche dirette alla prevenzione delle malattie e alla promozione della salute”, il funzionario disse.

Sarà inoltre rafforzata la cooperazione nel campo dell’energia pulita, con investimenti sauditi per combattere i cambiamenti climatici e un accordo sulla sicurezza informatica in cui i due paesi si scambieranno informazioni sulle minacce e coopereranno sulle migliori pratiche, nonché la cooperazione nell’esplorazione spaziale, secondo al funzionario.

Il funzionario ha affermato che Biden ha anche accolto con favore gli sforzi del Regno dell’Arabia Saudita per rafforzare le relazioni con l’Iraq, in particolare nei settori dell’assistenza al rafforzamento della rete elettrica irachena collegandola con i paesi del Consiglio di cooperazione saudita e del Golfo.

Biden in Cisgiordania

Prima di recarsi in Arabia Saudita per la parte più stressante del suo viaggio, Biden ha avuto una serie di impegni a Gerusalemme est e in Cisgiordania e diversi annunci di finanziamento volti ad aiutare i palestinesi.

Biden ha incontrato il presidente dell’Autorità Palestinese Mahmoud Abbas in Cisgiordania prima di dirigersi in Arabia Saudita per l’ultima partita Dal suo viaggio in Medio Oriente monitorato da vicino. L’incontro con il leader palestinese arriva mentre Biden continua a chiederlo La soluzione dei due stati al conflitto israelo-palestinese, Anche se dice di non vedere un simile accordo concretizzato nel “prossimo termine”.

Biden ha riconosciuto durante le sue dichiarazioni dopo l’incontro con Abbas che un simile accordo “sembra inverosimile” e che “il terreno non è maturo in questo momento per la ripresa dei negoziati”.

READ  Decisione sul tasso di interesse australiano nel maggio 2022

Tuttavia, ha anche osservato che migliori relazioni tra Israele ei paesi arabi potrebbero portare allo slancio di un accordo tra israeliani e palestinesi.

“Credo che in questo momento in cui Israele sta migliorando le relazioni con i suoi vicini in tutta la regione, possiamo sfruttare lo stesso slancio per rinvigorire il processo di pace tra il popolo palestinese e quello israeliano”, ha affermato Biden.

Biden ha affermato che l’uccisione della giornalista palestinese-americana Shireen Abu Akleh, che è stata uccisa a colpi di arma da fuoco mentre seguiva un’operazione militare israeliana in Cisgiordania, è “una tremenda perdita per il lavoro essenziale di condividere la storia del mondo con il popolo palestinese”.

Biden ha fatto osservazioni all’Augusta Victoria Hospital di Gerusalemme est, in cui ha annunciato che stava chiedendo al Congresso di approvare fino a 100 milioni di dollari per la rete ospedaliera di Gerusalemme est. L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha tagliato 25 milioni di dollari di finanziamenti programmati per la rete durante il suo mandato.

“Fa parte del nostro impegno a sostenere la salute e la dignità del popolo palestinese”, ha affermato, rilevando il “pesante tributo” della pandemia di Covid-19 sul sistema ospedaliero.

Ha continuato: “Lavorando insieme, prego che gli Stati Uniti contribuiscano ad alleviare il debito ospedaliero e sostengano aggiornamenti mirati delle infrastrutture e importanti riforme nella cura dei pazienti per garantire stabilità finanziaria a lungo termine”.

Gli incontri seguono la sessione di giovedì con il primo ministro israeliano Yair Lapid, che venerdì ha affermato che la visita del presidente ha mostrato il suo “impegno per la potenza militare e diplomatica di Israele” e “ha commosso l’intero Paese”.

Venerdì mattina, il presidente ha annunciato lo stanziamento di ulteriori 201 milioni di dollari all’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e il lavoro per i rifugiati palestinesi per sostenere i rifugiati palestinesi in Cisgiordania, Gaza, Giordania, Libano e Libano. SiriaSecondo la Casa Bianca.

Biden ha affermato che Israele è impegnato a collaborare con i palestinesi per accelerare l’implementazione della rete 4G a Gaza e in Cisgiordania, con l’obiettivo di lanciare quell’infrastruttura entro la fine del prossimo anno.

“Una delle priorità del presidente Biden era ricostruire le relazioni con i palestinesi che erano state interrotte dalla precedente amministrazione”, ha affermato il funzionario.

Il funzionario ha detto che Biden dirà ad Abbas che Israele ha accettato di aumentare l’accesso all’Allenby Bridge in modo che i palestinesi e altri possano accedervi 24 ore su 24, 7 giorni su 7 entro settembre. Israele controlla il ponte, che è l’unico punto di passaggio in Giordania per i palestinesi provenienti dalla Cisgiordania.

“Annuncerà anche misure per costruire un sostegno di base per la pace, anche attraverso il sostegno alla cooperazione e agli scambi professionali tra i settori sanitari palestinese e israeliano mentre lavorano per costruire la fiducia reciproca”, ha affermato il funzionario.

Gli Stati Uniti forniranno anche ulteriori 15 milioni di dollari in assistenza umanitaria ai palestinesi in risposta alla crescente insicurezza alimentare causata dall’invasione russa dell’Ucraina.

Prima di partire per l’Arabia Saudita, ha detto il funzionario, Biden ha visitato la Chiesa della Natività “per sottolineare il sostegno ai cristiani sfidati in tutta la regione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.