Aumento a zigzag delle azioni statunitensi e dei rendimenti dei Treasury prima della riunione principale della Federal Reserve

Le azioni statunitensi hanno iniziato la settimana con scambi prudenti e i rendimenti del debito pubblico sono aumentati mentre gli investitori hanno esaminato la possibilità di un ulteriore inasprimento della politica monetaria da parte della Federal Reserve.

L’ampio S&P 500 è sceso dello 0,3% nel primo pomeriggio di scambio a Wall Street, mentre lo Stoxx 600 paneuropeo è sceso dello 0,1%. L’indice Standard & Poor’s è sceso dello 0,9% lunedì.

Il rendimento del debito pubblico a 10 anni degli Stati Uniti, un punto di riferimento per i costi di finanziamento globali, è salito al di sopra del 3,5% per la prima volta dal 2011 quando gli investitori hanno venduto obbligazioni, prima di tornare al 3,48%.

La debole performance di lunedì arriva dopo che l’indice generale MSCI delle azioni dei mercati sviluppati ed emergenti è sceso del 4% la scorsa settimana nel suo più grande calo settimanale da giugno. Le preoccupazioni per la salute dell’economia globale e lo spettro di ulteriori importanti aumenti dei tassi di interesse da parte delle principali banche centrali hanno sollevato preoccupazioni degli investitori.

“Sembra una settimana di successo o una pausa. C’è un’ansia residua dal repricing che abbiamo avuto la scorsa settimana e non c’è assolutamente alcun senso che il sentimento si stia trasformando in qualcosa di meglio”, ha affermato Sammy Char, capo economista di Lombard Odier.

Nelle valute, il dollaro è salito di circa lo 0,3% rispetto a un paniere di altre valute, estendendosi… Forte aumento negli ultimi mesi Ciò è stato alimentato dall’aumento dei tassi di interesse statunitensi.

“Il mercato valutario probabilmente riassume meglio quanto siamo vicini a una sorta di punto di rottura”, ha detto Shar. La grande domanda sarà se riceveremo alcuni segnali positivi dalle banche centrali su quando il ciclo di escursionismo raggiungerà il picco. . . Non vedi molti percorsi in cui la Fed può essere rassicurata”.

READ  Il capo della Volkswagen chiede un accordo per porre fine alla guerra in Ucraina per aiutare l'economia dell'UE

L’aspettativa di consenso su Wall Street è che la Federal Reserve aumenterà i tassi di interesse di 0,75 punti percentuali alla fine della riunione di due giorni di mercoledì. Le aspettative del mercato per un terzo aumento consecutivo di questa portata sono state rafforzate la scorsa settimana dai dati che mostrano che l’inflazione dei prezzi al consumo negli Stati Uniti è rallentata meno del previsto ad agosto.

I prezzi basati sui futures federali sul denaro suggeriscono che la Fed aumenterà il suo tasso chiave al 4,4% nei primi mesi del 2023, dall’attuale intervallo del 2,25% al ​​2,5% mentre i responsabili politici cercano di raffreddare l’inflazione.

Tra gli investitori crescono le preoccupazioni sul fatto che gli sforzi della banca centrale per domare l’inflazione attraverso la stretta monetaria spingeranno l’economia statunitense in recessione mentre i costi del servizio del debito per le imprese e i singoli mutuatari aumentano vertiginosamente.

Il rendimento delle obbligazioni statunitensi indicizzate all’inflazione a 10 anni, che indica i rendimenti che gli investitori possono aspettarsi di ricevere dopo aver tenuto conto dell’inflazione, ha raggiunto il picco dell’1,16%, il più alto dal 2018. I presunti rendimenti reali erano di circa l’1% all’inizio dell’anno, allettando le valutazioni delle società tecnologiche in rapida crescita che stanno mettendo un enorme freno agli indici azionari statunitensi.

Lo yen giapponese è sceso dello 0,3% a 143 yen rispetto al dollaro dopo aver toccato il minimo da 24 anni la scorsa settimana prima che il governo aumentasse il suo intervento verbale volto a calmare il mercato valutario del paese.

La Bank of Japan dovrebbe prendere la sua decisione politica finale giovedì. La maggior parte degli economisti prevede che la Banca del Giappone si impegni a mantenere i rendimenti obbligazionari a 10 anni vicino allo zero mentre cerca di alimentare un’inflazione più permanente in un’economia che ha visto decenni di tiepida crescita dei prezzi.

READ  I mercati asiatici sono aumentati, le azioni della Corea del Sud sono aumentate in vista del rapporto sull'IPC statunitense

Giovedì anche la Banca d’Inghilterra annuncerà la sua decisione sui tassi di interesse, con le aspettative di consenso tra gli analisti della City di Londra che indicano un aumento di 0,5 punti percentuali.

Anche i titoli asiatici sono stati inferiori, con l’indice MSCI dei titoli nella regione in calo di circa lo 0,4%. I mercati azionari nel Regno Unito e in Giappone sono stati chiusi per i giorni festivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.