Artemis Return to the Moon della NASA ha ora date di lancio

Sospensione

La NASA prevede di fare il primo passo Al suo ritorno sulla luna Alla fine di agosto o all’inizio di settembre con il lancio della navicella spaziale Orion in orbita attorno alla luna, hanno detto ai giornalisti mercoledì i funzionari dell’agenzia.

Il volo tanto atteso, che non avrà astronauti a bordo, decollerà il 29 agosto, il 2 settembre o il 5 settembre, ha affermato la NASA. Date specifiche per un’attività che è in attività da anni.

Il volo sarà anche il primo massiccio lancio di un razzo Space Launch System dell’agenzia, un’importante pietra miliare nella campagna di Artemis per riportare gli astronauti sulla superficie lunare per la prima volta dall’ultima missione Apollo nel 1972.

A causa della complessità dei veicoli e del fatto che la NASA non aveva mai lanciato un razzo SLS prima, la NASA ha sottolineato che le date di lancio al Kennedy Space Center in Florida erano provvisorie e potrebbero cambiare.

La NASA ha richiesto diversi tentativi all’inizio di quest’anno per eseguire un test di rifornimento e una simulazione di conto alla rovescia, nota come prova, per il razzo SLS. Quando hanno caricato il razzo con 700.000 galloni di ossigeno liquido e idrogeno liquido, gli ingegneri hanno scoperto una serie di problemi, Compreso la perdita di idrogeno Ciò ha impedito alla NASA di completare il conto alla rovescia per il test. Di conseguenza, la NASA ha dovuto far rotolare il razzo dalla rampa di lancio al suo edificio di assemblaggio per ulteriori riparazioni e test.

Tuttavia, i funzionari hanno affermato di essere riusciti a completarlo Test sufficienti per andare avanti cercando di lanciare. Mercoledì, i funzionari dell’agenzia spaziale hanno detto che tutto stava andando bene.

READ  L'incredibile immagine di Hubble rivela uno strano "specchio" della galassia

Il razzo lunare SLS della NASA arriva per la prima volta sulla rampa di lancio

La missione, nota come Artemis I, invierà la capsula Orion dell’equipaggio in orbita lunare per circa sei settimane, consentendo all’agenzia di testare una serie di sistemi prima di imbarcare gli astronauti.

Uno degli obiettivi principali del volo è testare lo scudo termico di Orion, ha affermato Mike Sarafin, responsabile della missione Artemis della NASA. Lo scudo termico ha lo scopo di proteggere Orion e il suo futuro equipaggio dalle temperature estreme che incontrerà quando entrerà nell’atmosfera terrestre a 24.500 miglia orarie, o 32 Mach. Quelle temperature raggiungerebbero “la metà dell’altezza del sole”, ha detto Sarafin.

La NASA cercherà anche di testare i sistemi di navigazione del veicolo spaziale, la sua capacità di utilizzare l’energia prelevata dai suoi pannelli solari e la sua flessibilità quando viaggia attraverso aree ad alta radiazione. Tre manichini a bordo saranno dotati di sensori per determinare le prestazioni degli astronauti durante il volo. Un altro test, ha detto Sarafin, sarà quello di recuperare il veicolo spaziale dopo che è precipitato nell’oceano.

Dato che la NASA non ha tentato di inviare un veicolo spaziale progettato per il trasporto di esseri umani Luna tra 50 anniI problemi sono prevedibili, hanno detto i cambiavalute, ma “il nostro team è pronto ad adattarsi lungo la strada”.

Se la missione Artemis I va come previsto, la NASA sta pianificando una missione simile, nota come Artemis II, con astronauti a bordo. La NASA ha affermato che un atterraggio umano, soprannominato Artemis III, potrebbe avvenire già nel 2025.

READ  Come la NASA ha finalmente scongelato un gigantesco cono gelato autoleccante

Se la NASA decide di procedere con il lancio del razzo Artemis I il 29 agosto, il razzo SLS rotolerà dall’edificio di assemblaggio alla rampa di lancio il 18 agosto.

“Pensiamo di essere sulla buona strada per arrivarci [launch] ha affermato Jim Frey, amministratore associato della NASA. Ma ha ricordato ai giornalisti che gli astronauti spesso dicono alle loro famiglie che vengono a vederli decollare nello spazio che dovrebbero “pianificare una vacanza di sette giorni in Florida, e potresti vedere anche un lancio lì”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.