Arresto Gülsen: la pop star turca agli arresti domiciliari per scherzo sulle scuole religiose


Istanbul
CNN

Un tribunale turco ha nominato un cantante pop Julsen Bayraktar Kulakoglu L’agenzia di stampa statale Anadolu ha dichiarato lunedì che gli arresti domiciliari.

La scorsa settimana, la pop star, ampiamente conosciuta come Julsen, è stata incarcerata in attesa del processo per “incitamento o insulto al pubblico all’odio e all’inimicizia” dopo aver fatto una battuta sulle scuole religiose in Turchia, secondo l’agenzia Anadolu.

Il tribunale penale di Istanbul, lunedì, ha rilasciato Guelsen a condizione che “non esca di casa” dopo che i suoi avvocati hanno presentato ricorso contro il suo arresto, secondo Anatolia. I media turchi hanno mostrato Gulsen in sella a un camion fuori dal complesso carcerario.

Tuttavia, le accuse contro il cantante non sono state ritirate e il pubblico ministero scriverà un atto d’accusa chiedendo al giudice di avviare le udienze.

Le accuse sembrano riguardare un video che circola sui social media dal concerto di Goulsen ad aprile, quando ha scherzato su un musicista.

Diplomato alla scuola Imam Khatib. È da qui che viene il suo lato perverso”, ha detto.

Goulsen ha negato l’accusa, dicendo che era uno scherzo e si è scusato con coloro che l’hanno offesa.

Dopo il suo arresto, Goulsen ha pubblicato un messaggio sui suoi account Twitter e Instagram ufficiali, in cui si scusava con “chiunque lo avesse offeso” per la battuta e affermava che “persone malvagie che mirano a polarizzare il nostro Paese” l’hanno diffamata.

“Ho fatto una battuta con i miei colleghi con cui ho lavorato per molti anni in questo campo. È stata postata da persone che miravano a polarizzare la comunità.

READ  L'ambasciatore degli Stati Uniti ha affermato che la NATO approverà il dispiegamento di 4 gruppi di combattimento aggiuntivi in ​​4 paesi

Celebrità, personalità culturali e fan hanno chiesto il rilascio della pop star, incluso il pluripremiato romanziere britannico-turco Elif Shafak, che ha detto in un tweet: “Sono profondamente dispiaciuto per l’arresto dell’artista Gulsen. È stata presa di mira per la sua esplicita difesa di diritti delle donne, diritti LGBTQ e secolarismo. Democrazia e pluralismo. Questa è una campagna di omicidi di massa. Non è né legale né di coscienza. Libero una volta. ”

Anche la famosa pop star turca Tarkan ha condannato l’arresto su Twitter, dicendo: “Questa ingiustizia nei confronti di Guelsen deve finire e Gulesen deve essere rilasciato immediatamente”.

Gülsen è stata precedentemente presa di mira da gruppi turchi conservatori a causa dei suoi abiti di scena rivelatori e del suo sostegno alla comunità LGBTQ.

Il Paese a maggioranza musulmana Ufficialmente laico, ma fortemente polarizzato su questioni relative alla religione, ai diritti delle donne e ai diritti LGBT.

Le scuole dell’Imam Hatip, che insegnano studi religiosi insieme al curriculum turco, sono cresciute nei due decenni in cui il Partito conservatore per la giustizia e lo sviluppo è rimasto al potere. Le scuole sono famose per addestrare i giovani a diventare imam o predicatori. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha frequentato la scuola, così come molti membri dell’AKP.

I membri dell’AKP hanno difeso l’arresto di Gulsen, con il portavoce del partito Omer Celik che ha twittato che “incitare all’odio non è una forma d’arte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.