Antoine Richardson dice che Mike Shieldt gli ha urlato contro con “sfumature razziste”

SAN FRANCISCO – È insolito che un allenatore di prima base parli ai media dopo una partita, e forse mai prima d’ora nella storia del baseball, perché un allenatore di prima base richiede che i media tornino al club dopo la sua chiusura.

Ma Antoine Richardson sentiva fortemente il Martedì sera che aveva bisogno di condividere ciò che aveva in mente, e divenne ben presto chiaro perché.

Dopo qualche metro fuori dal Giants Club 13-2 vittoria sui San Diego PadresRichardson ha spiegato come è stato espulso – per nessuna ragione, si sentiva – nel terzo inning del gioco. Richardson, che viene dalle Bahamas, ha ritenuto che l’allenatore di Padres III Mike Shieldt lo trattasse in modo “con sfumature razziali”, tuttavia è stato Richardson a essere calunniato.

Richardson ha detto che Shieldt stava fissando la tana dei Giants nel terzo inning e ha chiesto a Richardson: “Posso aiutarti? Stai cercando qualcuno?” Schilt gli ha detto che stava cercando il giocatore di bocce gigante Alex Wood e il manager Gabe Kapler è venuto a vedere cosa stava succedendo. Richardson ha detto che Scheldt ha gridato le parole che pensava fossero destinate a Keplero.

“È necessario controllare che la mamma”, ha detto Richardson. “A quel tempo, sono andato su una tacca e disse: ‘Mi scusi?’ Non riuscivo a credere a quello che ho sentito. a quel tempo , [Greg] Gibson, il caposquadra, ha deciso di cacciarmi dal gioco. Penso che le sue parole fossero sproporzionate e ingiustificate [had] sfumature razziali quando si riferiva a me come “che la madre”, come se stavo per essere sotto controllo o un pezzo di proprietà o di schiavitù. Penso che sia davvero importante capire cosa è successo stasera.

READ  Konzo Martin, allenatore di basket del Missouri | Notizie sportive Mizu

“La seconda parte che è altrettanto deludente è che l’arbitro che mi ha ingaggiato ha permesso a questo allenatore di continuare a dialogare in questo modo con persone come me, il che è davvero un peccato perché è quello che è successo stasera. Con questo, sono davvero entusiasta che Alyssa [Nakken] Ho avuto la possibilità per lei di fare il suo debutto in campionato, e sono così orgoglioso di lei. Credo che lei ha fatto un ottimo lavoro e abbiamo ottenuto una vittoria, in modo che la cosa più importante.”

Richardson ha detto di non aver mai usato un linguaggio volgare, ed è stato detto che è stato licenziato per “incitamento”. intendo Nakin è stato mandato all’allenatore Prima base, rendendola la prima donna ad allenare in una posizione sul campo nella storia della MLB. Ciò avrà un impatto sul gioco fintanto che verrà giocato, ma le accuse di Richardson avranno sicuramente un enorme impatto su questa stagione.

Questa è la prima di sei serie tra i rivali dell’NL West, e anche prima che Richardson parlasse, Padres era chiaramente incazzato per la decisione dei Giants di rubare una base e inseguire un grande successo con un ampio margine.

Kapler ha difeso queste due decisioni. Un’ora più tardi, ha camminato fuori dal club per sostenere Richardson, uno dei più amati membri del cast.

“Mi fido del giudizio di Antoine al 100 per cento”, ha detto Kapler. “Mi fido del giudizio di Antoine su questa questione e so che Antoine non era affatto fuori controllo e che nulla di ciò che è stato detto implicava che fosse assolutamente improprio. Nessuna parte di questo è stata istigata”.

READ  Grizzlies contro punteggio

Kapler ha detto che in realtà non sentire quello che ha detto Schelda, ma non pensava che fosse opportuno sparare Richardson. Non ha parlato con nessuno della famiglia Padres dopo la partita. Le squadre giocano di nuovo Mercoledì pomeriggio a Oracle Park.

Richardson ha detto di comprendere la sua dichiarazione sarebbe diventata una storia, ma sentiva che era importante parlare. Quando Richardson è venuto a parlare con i giornalisti, Giants Lamonte giocatore Wade Jr. anche camminato fuori dal club e si fermò a pochi passi.

“È importante aumentare la consapevolezza di questo”, ha detto Richardson. “Purtroppo, questo è ciò che è là fuori nel nostro mondo, e penso che sia importante capire quando commentiamo e agiamo in questo modo, cosa significa per le comunità.

“Sto condividendo questa storia non solo per me stesso, ma la sto condividendo con altre persone come me. So di aver avuto il pieno supporto dei miei compagni di squadra e di altri che li deluderei se non lo avessi fatto condividi questa storia stasera”.

Scarica e segui il podcast di Giants Talk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.