Anna Kendrick si apre su una relazione violenta prima di “Alice, Baby”

“Ho visto, francamente, molti film che parlano di relazioni abusive o tossiche, e non sembrava che mi sembrasse così”, ha detto Kendrick del suo nuovo film, “Alice, Darling”.

Anna Kendrick Ha rivelato di essere sopravvissuta all’abuso emotivo.

una stella “AliceE il amabile”, che debutterà al TIFF quest’anno, ha aperto il discorso sul collegamento con la sceneggiatura di Alana Francis su una donna che si dissocia da una relazione tossica con il suo ragazzo Simon (Charlie Carrick), che la isola dai suoi amici, interpretata di Kanehtiyo Horn e Wonmi Musako Alice Darling diretto da Marie Nighy (Industria).

“Stavo uscendo dall’esperienza personale con abusi emotivi e psicologici”, ha detto Kendrick. Le persone Quando ho letto per la prima volta il testo, che “risuonava”. “Penso che il mio rappresentante me l’abbia inviato, perché sapeva con cosa avevo a che fare e me lo ha inviato. Perché era tipo, ‘Quel tipo di parla di qualsiasi cosa di cui mi hai parlato.'”

L’attrice di Love Life ha aggiunto: “Mi sono sentita davvero speciale perché, francamente, ho guardato molti film su relazioni violente o tossiche, e non sembrava che stesse succedendo a me. Mi ha aiutato a normalizzare e ridurre ciò che stava succedendo a me, perché ho pensato: “Beh, se hai una relazione violenta, sembrerai così”.

Kendrick ha continuato dicendo che si trovava in “una situazione in cui amavo e mi fidavo di questa persona più di quanto mi fido di me stesso” e credeva al suo partner quando disse che aveva un “senso della realtà distorto” ed era “impossibile”.

“La tua vita diventa davvero confusa molto rapidamente. E mi trovavo in una situazione in cui, alla fine, ho avuto l’esperienza unica di scoprire che qualunque cosa pensassi stesse succedendo stava effettivamente accadendo”, ha condiviso Kendrick. “Quindi ho avuto il tipo di punto di partenza per sentire e riprendermi che molte persone non capiscono”.

READ  I tre segni zodiacali con i migliori oroscopi di giovedì 26 maggio 2022

Pensare a “cosa è successo davvero” durante la sua precedente relazione si è rivelato “il lavoro più difficile della mia vita da adulta”.

“Il mio corpo pensava ancora che fosse colpa mia”, ha detto. “Quindi, anche con questo punto di partenza tangibile per me, uscire da quella relazione sapendo che non sono pazzo, è semplicemente incredibile il modo in cui la mia guarigione è stata così difficile”.

Kendrick ha anche condiviso con il regista Negi da cosa si stava riprendendo al momento della produzione.

“Ricordo il mio primo incontro su Zoom con la regista Mary Nighy, dove le ho rivelato cosa stavo passando e le ho detto: ‘È successo tutto molto di recente. In effetti, è successo così di recente che se il film fosse stato girato in un mese, probabilmente non lo avrei fatto. “Ma erano trascorsi diversi mesi. Quindi non correvo il rischio di traumatizzarmi nuovamente. Ma sì, è sicuramente un’esperienza unica”.

Nel complesso, “Alice, Darling” si è sentito “incredibilmente curativo” e “curativo” per Kendrick, che ora si sta preparando a fare il suo debutto alla regia con “The Dating Game” basato sull’ossessionante vera storia dello spettacolo di matchmaking degli anni ’70 “The Dating Game” la concorrente Sheryl Bradshaw, che ha scelto Rodney Alcala come vincitore di suo marito e sua moglie. Ma all’insaputa di Cheryl, che sarà interpretata da Kendrick nel film, Alcala è un killer psicopatico.

Partecipazione: Rimani aggiornato con le ultime notizie di film e TV! Iscriviti alla nostra newsletter via e-mail qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.