Anders Breivik, condannato per omicidio di 77 anni, diagnosticato da uno psichiatra in seguito al patteggiamento

Il neonazista norvegese Anders Breivik, in cerca di libertà vigilata, è pericoloso quanto lo era quando ha ucciso 77 persone dieci anni fa, ha detto mercoledì uno psichiatra che lo stava monitorando.

Anders Breivik, condannato nel 2012 a 21 anni di carcere, comparirà davanti alla commissione questa settimana con la possibilità di una proroga, che determinerà se sarà rilasciato anticipatamente. Dice di aver rinunciato alla violenza.

“Apprezzo che Breivik abbia la stessa diagnosi di sempre”, ha detto lo psichiatra Randy Rosenquist al tribunale del distretto di Telemark, nella Norvegia meridionale, il giorno della pratica di sicurezza nella palestra della prigione di Sky dove è detenuto il terrorista. “La mia prima valutazione è che il rischio di future violenze non è cambiato dal 2012 e dal 2013, quando l’ho sviluppato”, ha affermato, secondo il dpa, preso da Agerpres.

Lo specialista considera il paziente affetto da disturbi della personalità e lo descrive come “sociale, storico e narcisista”.

La perizia psichiatrica – l’unica richiesta dal tribunale – è considerata risolutiva sulla libertà condizionale, attualmente considerata altamente improbabile.

Breivik si lamenta delle condizioni di detenzione

Dott. Mentre Rosenquist stava testimoniando, Breivik è uscito dalla sua solita indifferenza e ha scosso la testa più volte. Si è lamentato delle condizioni di detenzione, sostenendo di essere stato trattato “come un animale” in assenza di un adeguato contatto con il mondo esterno e di non essere stato autorizzato ad avere relazioni significative o interazioni sociali dirette con gli altri.

Il prigioniero ha tre celle nella prigione, una TV con un DVD, una console per videogiochi e una macchina da scrivere. Nel 2016 è stato in grado di ricevere una sentenza che condannava il governo norvegese per comportamento disumano e degradante sulla base del fatto che era isolato. Tuttavia, in appello il risultato di primo grado è stato annullato.

READ  Guerra diretta in Ucraina, giorno 47: Leader ceceno: ripresa dell'offensiva contro tutte le principali città / Il presidente austriaco incontra Putin a Mosca / L'UE discute i dettagli della sesta sanzione contro la Russia

Rispondendo alle domande dell’avvocato difensore Oystein Storrvik, Breivik ha affermato di essere stato spesso isolato e umiliato ogni giorno, di studiare 12 ore al giorno o di fare piani aziendali. Le condizioni di detenzione molto rilassate, il rigore e il divieto di alcune letture, rendono difficile il completamento dei suoi studi.

Martedì, quando gli è stato chiesto di provare davanti a un tribunale di tre giudici che non era più un militante violento, Breivik ha detto: “Spetta alla comunità decidere se una persona che è stata processata per un crimine non lo farà mai più , perché è possibile o no.” Ha detto che potrebbe offrire la sua “parola d’onore” che lascerebbe la Norvegia se rilasciato.

Secondo l’AFP, la richiesta di libertà vigilata di Breivik ha scioccato il paese. Le famiglie delle vittime, i sopravvissuti e gli esperti temono che utilizzerà il processo come piattaforma politica, da cui la stampa trasmette, e il suo comportamento – saluto hitleriano, cartelli, logica ideologica – ha confermato questi timori.

Mercoledì è riapparso in tribunale con un’identità di cronaca politica, anche se un giudice gli ha chiesto di astenersi dal compiere tali gesti il ​​giorno prima. Tuttavia, Breivik si è detto disposto a cambiare e seguire le regole.

Martedì, Brewick ha salutato i nazisti in tribunale e ha gridato “Ferma il tuo genocidio contro la nostra razza bianca!”

Il 22 luglio 2001 una bomba è esplosa vicino alla sede di Oslo del governo Breivik. L’attentatore ha colpito poco dopo mezzogiorno davanti a una stazione di polizia, uccidendo almeno otto persone e ferendone altre 69, la maggior parte adolescenti.

READ  L'ex oligarca russo Vladimir Putin descrive il momento di una guerra folle

Autore: B.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.