Analista: Putin ha avuto una sorpresa, ha trovato solo 3 transnistriani pronti a combattere come mercenari. Non ha nessuno che occupi la Moldova

In un’intervista a PRO TV, l’analista politico Christian Purvulesku ha affermato che la mancanza di interesse da parte delle persone che vivono nella regione separatista nei combattimenti dalla parte russa ha, di fatto, lasciato in gran numero la Transnistria in Moldova. “Quindi non c’è molta eccitazione in Transnistria per questa situazione”, ha detto.

L’intervista completa può essere vista nel video qui sopra.

“I russi non hanno abbastanza truppe per occupare il Donbass, per non parlare della Moldova”

A quel tempo, Putin non voleva invadere la Moldova o attaccare Odessa dalla Transnistria perché non aveva le risorse di cui aveva bisogno.

“(I russi) non hanno truppe sufficienti per occupare il Donbass, per non parlare della Moldova”, ha detto, aggiungendo che c’è il rischio di sfide volte a destabilizzare la regione.

“Al momento i rischi di un attacco dalla Transnistria a Odessa sono bassi. Importanti invece i rischi di nuove sfide, soprattutto con l’approccio del 9 maggio.

“La Russia vuole trasformare la Moldova in un Paese satellite, non occuparla”

D’altra parte, Pârvulescu ha affermato che l’idea che i russi stessero pensando di destabilizzare la Moldova dovrebbe essere presa molto sul serio e che l’instabilità, in un contesto particolare, potrebbe portare all’accumulo di truppe in direzione della Moldova. “Ma per ora, non hanno nessun posto dove andare”, ha detto.

“La Russia non è interessata a occupare la Moldova, ma a trasformare la Moldova in un paese satellite. O, se è per questo, ad operare in Moldova. Saranno necessarie squadre di massa e per procura.

La Russia ha in programma di attaccare la Repubblica di Moldova per aprire un nuovo fronte contro l’Ucraina, secondo fonti del servizio di intelligence di Kiev, citando il popolare quotidiano The Times.

READ  Boris Johnson incontra Volodymyr Zhelensky a Kiev / Odessa assediata / Funzionario europeo afferma che un quarto delle truppe russe in Ucraina sono "quasi inattive"

“Riteniamo che il Cremlino abbia già deciso di attaccare la Repubblica di Moldova. Il destino della Moldova è importante. Se i russi riusciranno a controllare il Paese, noi (Ucraina) soffriremo molto dal punto di vista militare: questa sarà una minaccia all’unità dell’Ucraina”, ha affermato il Times.

D’altra parte, il portavoce del ministero della Difesa moldavo Ala Dikono ha dichiarato lunedì a PRO TV Chisinau che “al momento, non ci sono segnali che la Repubblica di Moldova sia in pericolo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.