All’Eurovision 2022, l’Orchestra Kalush ucraina si è qualificata per la Grand Final a Torino, in Italia

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

“Verrò sempre da te, attraverso strade dissestate.” Il cantante ucraino Oleh Psiuk ha cantato per la prima volta queste parole come una poesia a sua madre, ma quando la sua band, la Kalush Orchestra, si è esibita martedì all’Eurovision, le parole hanno echeggiato in modo diverso.

Ora, la popolare rapper Stefania è la favorita per la vittoria dell’Eurovision 2022, la competizione musicale televisiva più longeva e popolare al mondo in Europa, basata sui voti del pubblico, principalmente nel continente.

Il concorrente ucraino era una delle 10 opere Qualificato per la Grand Final In semifinale a Torino, in Italia, dopo essere diventato il più visto su YouTube tra i 40 post nazionali dell’anno.

Per il 27enne Siuk, la canzone si è trasformata in un tributo all’Ucraina e il palco in un modo per ricordare alla gente la guerra della Russia al suo paese. “Se vinciamo, sarà un’altra opportunità per mostrare l’Ucraina al mondo, per ricordare alla gente l’Ucraina e per sollevare il morale dell’intero paese”, Ha detto alla BBC.

L’attaccante si è scagliato martedì con il suo cappello rosa mentre il suo compagno di squadra suonava il flauto. Sebbene alcune poesie liriche siano state scritte prima della guerra, hanno acquisito “un significato extra”, ha detto In precedenza, l’Associated Press. “Molte persone stanno iniziando a vederla come la loro madre, l’Ucraina, nel senso del paese”.

L’Ucraina ha imposto la legge marziale, vietando alla maggior parte degli uomini di età compresa tra i 18 ei 60 anni di lasciare il paese in attesa di essere chiamati a combattere, ma le autorità hanno concesso a Psiuk e alla sua squadra il permesso di viaggiare per competere in Italia.

READ  Halo Streaming episodio 1 di Show Free su YouTube

“Rap, anello per flauto, cappello a secchiello, break dance, corpetto lucido. Non saremo mai cool come la Kalush Orchestra”, Eurovision Tweet martedì dopo lo spettacolo.

Se il gruppo – che mescola musica hip-hop e danza popolare ucraina – vincerà la finale dell’Eurovision sabato, l’Ucraina otterrà il diritto di ospitare la competizione del 2023. La competizione annuale si è tenuta per la prima volta nel 1956 e mentre i suoi organizzatori sono stati organizzati dall’emittente europea Union lo definì un evento “apolitico”, spesso rispecchiano le dinamiche politiche dell’epoca.

In effetti, la band ha sostituito la band originaria dell’Ucraina, Alina Bash, all’inizio di quest’anno a causa di un’indagine sulla visita di Bash del 2015 in Crimea, che Mosca ha annesso all’Ucraina nel 2014. Dopo che il Cremlino ha lanciato la sua guerra contro l’Ucraina, è stata bloccata la Russia dal concorso di quest’anno.

Nel 2016, l’ingresso dell’Ucraina nella cantante tartara di Crimea Jamala ha registrato la sua seconda vittoria al concorso Eurovision. Quando la competizione si tenne l’anno successivo nella capitale ucraina, Kiev, alla Russia fu impedito di partecipare.

Armenia e Georgia sono state tra le contendenti che si sono ritirate negli anni passati a causa delle tensioni con altri paesi, mentre la vittoria della barbuta drag queen austriaca Conchita Wurst nel 2014 ha acceso il dibattito sui diritti LGBT.

Annabelle Chapman ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.