La zanzara tigre: le cose da sapere

Negli ultimi vent’anni abbiamo iniziato a sentir parlare sempre più spesso della zanzara tigre, una tipologia particolare di questo insetto che solitamente si dimostra più aggressiva dei suoi “cugini” europei ai quali eravamo già tristemente abituati. Cerchiamo di scoprire qualcosa di più su questo insetto e quale antizanzare da giardino può proteggerci meglio di altri dalla loro invasione estiva.

Originaria dell’Asia e dal nome scientifico Aedes albopictus, la zanzara tigre è arrivata in Europa e in America probabilmente a causa degli scambi commerciali intercontinentali, in particolar modo di copertoni usati all’interno dei quali molti esemplari di questa specie sono stati in grado di trovare un habitat ideale durante la migrazione.

La zanzara tigre è facilmente riconoscibile per le sue particolari striature bianche e nere sulle zampe e sull’addome e per la striscia bianca che le attraversa il dorso. A differenza di altre specie di zanzare, la puntura di questa tipologia di insetto è solitamente mal sopportata anche dopo diverse ore o addirittura giorni dal momento nel quale essa ha iniettato la sostanza irritante della quale dispone sotto la nostra cute.

Tra i sintomi più comuni della puntura da zanzara tigre troviamo, come sempre, il prurito ma in questo caso capita sovente che ad esso si accompagni un forte gonfiore e rossore della parte interessata oltre che reazioni allergiche serie in soggetti particolarmente sensibili ed in particolar modo dopo aver ricevuto molte punture in un breve lasso di tempo.

Quello che rende difficile debellare la zanzara tigre è il grande adattamento che questa specie ha avuto una volta insediatasi nei nostri Paesi: a differenza di quanto prevedibile, infatti, questa zanzara è in grado di deporre le uova anche in ambienti asciutti e di sfruttare al massimo la condensa creatasi in qualche anfratto, di resistere anche con temperature rigide e di riuscire, nei mesi più caldi dell’anno, a completare il suo sviluppo da larva ad insetto adulto in soli 10 giorni.

Ecco allora che per difendersi dalla zanzara tigre e godersi un’estate piacevole e serena è necessario un sistema efficace e soprattutto rapido. Il  migliore antizanzare da giardino in tal senso è sicuramente il nebulizzatore, un dispositivo fisso o mobile grazie al quale nebulizzare nell’ambiente una sostanza naturale mista ad acqua al mattino ed alla sera in modo da creare una barriera protettiva efficace e di lunga durata che protegga noi ed i nostri cari 24 ore su 24.

Loading...

Commenti