Le proprietà del magnesio

Il magnesio è considerato il re dei minerali. Il fabbisogno giornaliero di questo sale minerale è variabile a seconda dell’età e del sesso e solo il 30 o 40 per cento di quello ingerito è assorbito dall’organismo. I sintomi della carenza di magnesio possono essere diversi: stanchezza immotivata, dolori muscolari, ansia, irritabilità e gonfiore. Tuttavia è bene ricordare che il suo apporto deve essere regolato e incrementato sotto il controllo del medico. Questo per evitare eccessi che possano causare effetti contrari. In particolare nel caso si soffra di sindrome premestruale, mal di testa o disturbi della menopausa.

Ma quali sono le proprietà del magnesio? Eccole riassunte in dieci punti: aiuta a salvaguardare la salute dei muscoli, serve ad attenuare l’affaticamento e ad evitare i crampi, è un buon regolatore degli impulsi nervosi, è un toccasana perché aiuta a ridurre il rischio di tumore al pancreas, aiuta a proteggere l’apparato cardiovascolare, protegge anche dai rischi di incorrere in un ictus. E ancora: serve a ridurre i sintomi della sindrome premestruale, riduce il rischio di osteoporosi, elimina la ritenzione idrica, aiuta anche nella produzione di energia per l’organismo. Si può trovare negli alimenti, quali: semi di zucca, cioccolato fondente, carciofi, spinaci, cereali integrali (mais), nei legumi, frutta fresca e frutta secca, in particolare nei pistacchi.

La dimostrazione di quanto sia importante questo minerale la svelano numerose ricerche: è contro l’umore irritabile, gli stati ansiosi e i dolori muscolari. È utile perché attenua l’affaticamento e evita i crampi. Quindi va integrato con la dieta attraverso gli alimenti che lo contengono proprio per raggiungere il fabbisogno quotidiano. Non va dimenticato quando viene consumato il pasto di abbondare con le verdure, almeno tre porzioni al giorno. Nella scelta delle verdure, da privilegiare gli ortaggi a foglia, quali, ad esempio, gli spinaci. Come capire se l’organismo ha carenza di magnesio? Bisogna stare attenti ad alcuni segnali: i continui risvegli notturni, le palpitazioni e le aritmie indicano un basso livello di magnesio oppure quel senso di fiacchezza e di debolezza, causati spesso dallo stress di tutti i giorni. Insomma sì al magnesio, ma senza esagerare. La regola? Assumerlo con moderazione.

Loading...

Commenti