Ritenzione idrica? Ecco la dieta per dimagrire pancia, gambe e cosce

Contro la ritenzione idrica si può seguire una dieta associata all’attività fisica. Il 30 per cento della popolazione femminile soffre di questo disturbo. Cos’è la ritenzione idrica? È la tendenza del corpo a trattenere i liquidi e a non eliminarli attraverso le urine e le feci. Ciò comporta il ristagno di questi liquidi soprattutto in alcune parti del corpo: pancia, cosce e glutei. Si manifesta attraverso un gonfiore anomalo e dà una sensazione di pesantezza. Le cause possono essere diverse, quali: sindrome premestruale, cattive abitudini alimentari, aumento di peso, la sedentarietà e la diminuzione della diuresi.

È sempre consigliabile, nel caso si manifestassero dei disturbi del genere, rivolgersi al medico per trovare la cura adeguata ed effettuare così test, analisi del sangue e tutto ciò che occorre per la diagnosi. In assenza di malattie, si può effettuare, oltre all’attività fisica, una dieta che può servire a smaltire la pancia, a snellire gambe e glutei. È importante associare alla dieta la ginnastica. In questo caso non è necessario affaticare l’organismo con allenamenti pesanti, bastano infatti anche solo venti minuti di passeggiata al giorno, che favorisce la diuresi, eliminando così tossine e liquidi in eccesso.

Andiamo alla dieta. Si tratta di un’alimentazione che punta ad eliminare la cellulite. Bisogna scegliere i cibi giusti per depurare il fegato, come alimenti detox, che servono ad eliminare le scorie e le tossine, causa del ristagno dei liquidi. Quindi cosa mangiare? La verdura è un toccasana, segue la frutta: frutti di bosco, anguria, ananas, che migliorano la circolazione sanguigna attraverso l’azione delle antocianine, sostanze contenute in questi frutti, appunto. Non devono mancare, per far dimagrire la pancia, alimenti come il pomodoro, il sedano e il limone. Quest’ultimo serve ad eliminare la cellulite e si può bere, ad esempio, con dell’acqua tiepida la mattina. Utili anche quegli alimenti ricchi di fibre, che servono a contrastare la stitichezza, causa spesso di gonfiore.

Assumere anche il potassio: è importante perché è proprio la sua carenza che può favorire la ritenzione idrica. Quindi è necessario arricchire l’organismo di questo minerale, mangiando le banane, le ciliegie, le mandorle, le patate e infine il succo di prugna. Ci sono naturalmente cibi e condimenti da evitare, oltre ai cibi giusti per eliminare il gonfiore e dimagrire. Tra quelli da moderare ci sono i cibi fritti, formaggi grassi, alcolici, alimenti confezionati, bibite zuccherate, carni grasse e dolci, in più assumere il sale con moderazione. È importante bere almeno due litri di acqua al giorno, lontano dai  pasti.

 

Loading...

Commenti