Dieta mima il digiuno: come funziona?

Esistono tante diete che molto spesso vengono criticate anche aspramente. Tra queste c’è la dieta plank ed il suo menù ma è indubbio che di diete ancor più strane e discusse ce ne sono davvero molte. Una delle più recenti che sta facendo più discutere è quella chiamata “dieta mima digiuno”, un regime alimentare che prevede un’alternanza di digiuno alla normale alimentazione. Il digiuno, quindi, che fino a qualche tempo fa non veniva per niente preso in considerazione per una dieta, sembra poter diventare ora un’arma a favore di chi ha problemi alimentari.

In pratica si tratta, nella fattispecie, di una dieta che (o meglio un digiuno controllato), messa a punto dal biologo Valter Longo, specialista che lavora tra gli Stati Uniti e l’Italia ed è considerato uno dei più importanti scienziati del mondo alimentare, che prevede 5 giorni al mese di astinenza dal cibo e nel resto del tempo la possibilità di mangiare normalmente tutto (o quasi) quello che si vuole.

Su questa idea innovativa del mangiare esistono commenti molto positivi ma anche tante critiche. Tra i fattori positivi si contempla la possibilità di rallentare l’invecchiamento del corpo e la diminuzione dei fattori di rischio collegati ad alcune malattie che si dice possano essere legate proprio ad una alimentazione sbagliata, come il cancro, il diabete e le malattie cardiovascolari.

Gli studi realizzati dal biologo e dalla sua equipe affermano che il digiuno e la restrizione calorica dovuta alla mancanza quasi completa di cibo per alcuni giorni al mese, apporterebbero benefici dimostrabili e aiuterebbero a ridurre appunto il rischio di malattie. Gli studi sono stati fatti quasi esclusivamente sugli animali anche se si è iniziato ad ottenere risultati anche sugli uomini.

Proprio sulla possibilità che la dieta mima digiuno abbia particolare efficacia per combattere il diabete negli ultimi tempi si sono avuti moltissimi feedback positivi. Le ricerche effettuate sia sugli animali e successivamente sugli uomini, hanno confermato come questo regime alimentare del “digiuno” permetta all’organismo di riprogrammare le cellule pancreatiche adulte, andando poi a ripristinare le funzionalità del pancreas che di conseguenza riattiva la produzione di insulina, l’ormone che regola i livelli di zucchero del sangue, alla base del problema dei diabetici. Ed a confermarlo è stato lo stesso Longo che si ritiene molto soddisfatto degli effetti benefici che la dieta mima digiuno ha in generale sull’organismo umano.

Come detto tante recensioni positive ma anche diverse critiche: l’idea di pensare di fare digiuno per giornate intere potrebbe comunque esporre le persone a dei rischi (immaginate che esiste anche il digiuno “parziale”, qualcosa che accade in alcune tradizioni religiose che prevedevano solo per un periodo di tempo nel corso della giornata l’astinenza dal cibo). La dieta mima digiuno quindi prima di essere messa in atto richiede comunque preventivamente dei controlli sui pazienti che non devono soffrire di alcuna patologia che possa metterli a rischio di qualche altra tipologia di problema dovuto alle giornate di digiuno. Ad ogni modo è utile fare delle analisi e rivolgersi a specialisti del settore che saranno in grado di consigliare il regime alimentare migliore.

Loading...

Commenti