Peperoncino: un vero amico per la nostra salute

Facilmente coltivabile anche sul balcone di casa, necessita solo di tanta acqua e di qualche piccola cura, ma ripaga tutte le attenzioni che gli verranno riservate con la sua bontà.  La credenza popolare lo accredita anche di proprietà afrodisiache, anche se non esistono evidenze scientifiche in tal senso, tuttavia il fatto di essere un vasodilatatore potrebbe giustificare questa sua fama. Le sue maggiori doti sono le tante vitamine di cui è ricco, oltre al fatto di essere un antiossidante naturale e un antinfiammatorio eccellente, tanto da venir utilizzato nel passato anche per curare la febbre. La sostanza principale che determina la piccantezza, diciamo così, del peperoncino è l’alcaloide capsaicina che, insieme ad altre 4 sostanze naturali correlate, chiamate collettivamente capsaicinoidi, conferiscono quel senso di bruciore che in effetti non è reale, nel senso che non si verifica un aumento della temperatura nella bocca, anche se poi i risultati possono essere altrettanto dolorosi se si eccede con il peperoncino. Infatti, se assunto smodatamente, si possono determinare anche delle vesciche da ustioni, ma si tratta di una eventualità remota in quanto richiederebbe un utilizzo veramente eccessivo. Dato per scontato un uso moderato del peperoncino nelle sua varie forme disponibili, i vantaggi sono diversi, salvo per coloro che soffrono di problemi gastrointestinali. Ricchi di vitamine C, A, B2, E, PP e olii essenziali, ha molti benefici effetti sulla salute, sempre che lo si consumi con moderazione, con buon senso, visto che, come al solito, sono gli eccessi i maggiori responsabili dei danni alla salute. Il suo potere antiossidante, quindi la sua capacità di contrastare la formazione dei radicali liberi, i responsabili dell’invecchiamento cellulare, gli sono valse la fama di essere un eccellente antitumorale, e non solo, visto che grazie alla capsaicina, aumenta la secrezione gastrica a tutto vantaggio della digestione e del più rapido passaggio intestinale, evitando quindi la formazione di quei ristagni che sono anch’essi tra i responsabili di vari acciacchi. E ancora, grazie alle sua proprietà antibatteriche e antimicotiche, contribuisce a prevenire la fermentazione e quindi la formazione di gas intestinali e tossine, a tutto vantaggio della salute. Il peperoncino ha inoltre il pregio di dare una sveglia ad un metabolismo un po’ pigro oltre alla capacità di ridurre i livelli di insulina ematica, in particolar modo nelle ore immediatamente successive alla sua assunzione. Ecco quindi un altro amico della salute che la natura ci mette a diposizione che non dovrebbe mai mancare nelle cucine, purchè lo si usi con moderazione e buon senso.

Loading...

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedentePiatti unici vegetariani: costolette di lenticchie e tomini alla griglia
Articolo successivoFrutta secca: proprietà e benefici per il nostro benessere
Mi chiamo Bottarelli Daniela Odea e sono nata a Brescia nel 1987. Nel 2010 ho conseguito la laurea come Educatrice Professionale Sanitaria ed ho lavorato a stretto contatto con diverse realtà sociali (comunità per minori, centri per disabilità medio-gravi, tossicodipendenza, educativa di strada, comunità per malati di Hiv, ecc..). Fin dall'adolescenza ho coltivato la passione per la lettura e soprattutto per la scrittura, e per questo motivo, nel 2012 ho frequentato un corso per Redattore Editoriale che mi ha permesso di lavorare come collaboratrice esterna di diverse riviste di attualità e cultura, nonché come articolista per diverse riviste on line. Mi sono ammalata di cancro nel 2013 e da tre anni sto combattendo questa dura battaglia per la mia vita. Questa malattia mi ha tolto tanto, ma non la mia voglia di lottare, di crescere, di amare e di donare un po' di me al mondo. Ho deciso di condividere un po' di me attraverso le mie opere, partecipando a diversi concorsi letterari. La mia poesia “Voglio essere adesso”, si è classificata al quarto posto al Concorso “Il giro d'Italia delle poesie in cornice”, indetto dalla Casa Editrice Montedit e dall'Associazione Culturale Il Club degli autori. Un'altra mia poesia, “Io ce la farò”, si è anch'essa classificata finalista al Concorso “Marguerite Yourcenar 2016”. Ho scritto diversi romanzi, tra cui uno psico-thriller intitolato “Metamorfosi omicide”, che si è classificato finalista al Premio Letterario Internazionale Gaetano Cingari ( XI Edizione ). Nel mese di ottobre 2016 ho pubblicato la mia prima raccolta di poesie intitolata “Ho riscoperto il profumo della mia pelle” con Aletti Editore, collana Gli Emersi : in essa ho raccolto tutte le emozioni che questo percorso di riscoperta di me tramite la malattia, le mie speranze per il futuro ed il mio amore per questa mia vita, meravigliosa ed imprevedibile vita. Presentata come silloge di poesie presso il concorso Ebook in versi 2016, indetto dal Club degli Autori, “Ho riscoperto il profumo della mia pelle”, ha ricevuto un riconoscimento di merito da parte della giuria. A Natale uscirà il primo mio romanzo giallo dal titolo “Metamorfosi omicide”il primo di una serie di romanzi sul filone dello psico thriller.