Prezzo della verdura alle stelle, colpa del maltempo

Il maltempo fa schizzare il prezzo della verdura alle stelle. Mai come quest’anno, infatti, coloro che prediligono la dieta vegetariana hanno a che fare con spese più alte della media. Colpa del brutto tempo che ha reso difficile le coltivazioni. E così, in presenza di quantità decisamente minori di verdura, ecco che tutto è diventato più caro.


Dopo l’ondata di maltempo in Italia e in Spagna, i prezzi degli ortaggi sono aumentati fino a tre volte. Insomma una situazione di certo non rosea sia per gli addetti ai lavori che per i consumatori, costretti a spendere molto più del normale. Roberto Moncalvo, presidente di Coldiretti, fa notare alcuni rincari che incidono pesantemente sulle tasche degli italiani che, nel momento in cui decidono di acquistare della verdura, non hanno alternativa:

Dal campo alla tavola, il prezzo come minimo triplica nei vari passaggi. Così, aumenti di pochi centesimi praticati dagli agricoltori per la carenza di prodotto o per i maggiori costi diventano significativi per il consumatore

Sempre secondo la Coldiretti, nella prima parte dell’anno 2017, la neve e il gelo hanno colpito duramente l’agricoltura del Centro- Sud causando danni per 400 milioni. Numeri da capogiro che purtroppo non fanno ben sperare anche per la primavera. In alcune zone di Italia più di altre, comprare verdura è davvero impresa ardua, visto il costo di zucchine e melanzane.

Gaetano Pascale, presidente di Slow Food Italia, prova a fare invece un tipo di considerazione diversa sottolineando anche alcune cattive abitudini portate avanti dagli italiani come quella di voler sempre mangiare le stesse verdure durante tutto l’anno:

È difficile capire quanto certe dinamiche siano effetto del mercato e quanto della speculazione. C’è una tendenza a voler consumare le stesse cose tutto l’anno, ma pomodori e zucchine non possono essere coltivati da gennaio a dicembre senza ripercussioni negative su prezzi, qualità e ambiente

Photo | Pixabay

Loading...

Commenti