La app per meditare

Si chiama ‘Medita ora’ ed è la app per meditare e rilassarsi, ideata da Rohan Gunatillake, inventore già della app Buddhify. In molti infatti hanno il desiderio di provare benessere attraverso la meditazione ma non hanno il tempo per dedicarsi al relax. La meditazione è vista più come una pratica religiosa orientale, ma non è una prerogativa del Buddhismo, ma si trova anche nel Cristianesimo e nell’Islam.

Non solo serve a ridurre lo stress, ma influisce in modo positivo sulla salute psicofisica. “La ragione principale per cui le persone interessate alla meditazione finiscono per non praticarla è perché pensano di non avere tempo libero e ‘Medita Ora’ risolve questo problema – spiega Rohan –  l’applicazione infatti contiene meditazioni guidate da ascoltare in viaggio, al lavoro, al risveglio o camminando per la città”.

Anche situazioni apparentemente non adatte possono invece prestarsi: non necessariamente la meditazione deve avvenire in silenzio, basta conoscere la tecnica e si può fare ovunque. Si può praticare la meditazione, per esempio, mentre si cammina per la città. E’ un’ottima soluzione per praticare le tecniche di base: consapevolezza del corpo, concentrazione e gentilezza. Rohan ha sperimentato sull’app una tecnica denominata Zap, che serve appunto a inviare messaggi gentili alle persone che camminano intorno a noi.

Rohan spiega anche il rapporto tra tecnologia e meditazione che tradizionalmente potrebbero andare in disaccordo. Secondo l’ideatore dell’app, dovremmo imparare ad includere la tecnologia nella sfera del benessere:  “Dal Nintendo Wii all’Apple Watch, l’idea di usare la tecnologia per sostenere la salute fisica è normale, il passo successivo è estenderla al benessere mentale”, sostiene Rohan. E ancora aggiunge: “Molti dei maestri zen più importanti al mondo non hanno vite digitali attive e così quando le persone chiedono come comportarsi con la tecnologia consigliano di buttare via tutto”.

Dai giovani che si avvicinano alla meditazione ai manager. Questa app ‘Medita ora’ ha diverse categorie, da quelle dedicate allo stress a quelle dedicate alla pausa dal lavoro, con le tecniche ad hoc studiate per affrontare questi momenti. “Se ci si trova in una posizione manageriale – spiega l’ideatore di Medita ora – più si capisce il proprio stress, più si sarà sensibili nei confronti dello stress altrui, arrivando a creare un ambiente di lavoro migliore con un team più contento e produttivo”.

Loading...

Commenti