Ovaio Policistico, gli effetti positivi di una giusta alimentazione

Ovaio Policistico, gli effetti positivi di una giusta alimentazione

L‘ovaio policistico è una patologia molte frequente, solitamente colpisce le donne sin dall’adolescenza e causa alcuni effetti collaterali legati anche all’alimentazione. La policistosi ovarica è una condizione clinica legata ad una disfunzione ovarica che causa disordine mestruali, endocrinologi come l’irregolarità del ciclo e  anche iperandrogenismo (acne, alopecia, irsutismo), obesità e diabete di tipo 2. Secondo studi accertati questa disfunzione determina anche alti livelli d’insulina e un conseguente squilibrio della glicemia nel sangue. Ovviamente la patologia in questione è legata strettamente anche all’alimentazione, solitamente a chi è affetto d’ovaio policistico viene consigliata una dieta ricca di carboidrati complessi e alimenti integrali, dunque devono essere evitate le farine bianche, il riso e la pasta è sconsigliata anche un alimentazione iperproteica. Da preferire l’aumento del consumo di frutta e verdure, alimenti che contengono molte fibre capaci di regolare il glucosio nell’insulina e favorire una normalizzazione ovarica. Scegliere alimenti privi di tossine e ormoni è determinante per ottenere il raggiungimento di una normalità ovarica: dunque meno carne e più pesce è la scelta giusta!

Ovaio policistico: si a integratori, cereali e pesce

Non da poco e decisamente rilevante è il fatto che le persone che sono affette da ovaio policistico possono trovare giovamento anche da una costante attività fisica e d’alcuni integratori come quelli di olio di pesce o vitamine specifiche come quella B e B6 che solitamente si trovano in maniera ridotta in cereali e ortaggi. Questi sono solo alcuni consigli che possono alleviare i sintomi dell’ovaio policistico che nonostante tutto inficia la quotidianità delle donne che ne sono affette: i malesseri causati da questa patologia possono essere tenuti sotto controllo, curati quando si può, e nei casi più gravi è opportuna una cura appropriata consigliata dal medico specialista, ma molto si può fare anche applicando i consigli di cui sopra.

Loading...

Commenti