Stress? Ecco le strategie per combatterlo

Oggi lo stress coinvolge la maggior parte delle persone: chi per motivi di lavoro, chi per la disoccupazione, chi per i mille impegni quotidiani. Cos’è lo stress? Questa parola è stata presa dalla medicina in prestito dalla fisica ed indica la tensione a cui è sottoposto un materiale da forze esterne. Un esempio? Un elastico in tensione. Per l’organismo è lo stesso: quando è sottoposto a carichi psichici o fisici maggiori rispetto alla norma, reagisce – come può – allo stress cercando di resistere. Si manifesta con alcuni campanelli d’allarme, quali stanchezza, battito cardiaco accelerato e aumento del respiro o attraverso veri e propri sintomi fisici. Il rimedio? Cercare di prendersi una pausa, proprio per permettere all’organismo di riprendersi, in modo che si torni alla normalità, andando magari incontro ad una nuova tensione, proprio come avviene per un elastico.

Lo stress può essere positivo o negativo: quando è positivo si chiama eustress ed è la fase che aiuta a fronteggiare emergenze e pericoli, ma quando si esagera caricandosi troppo può diventare negativo. E’ in questo momento che di parla di stress, ovvero un superamento dei limiti di sopportazione, non lasciando all’organismo la possibilità di riprendersi. In una fase iniziale si manifestano mal di testa, stanchezza e irritabilità, demotivazione, difficoltà a concentrarsi e anche a prendere decisioni. A questi sintomi si aggiungono altri malesseri, ovvero aumento della pressione del sangue e della frequenza cardiaca. E ancora: si riduce la produzione di endorfine, le proteine che nel cervello servono a riportare serenità e benessere.

Alla lunga, lo stress logora l’organismo e potrebbe portare all’insorgenza di ansia o stati depressivi, difficoltà nella digestione. Che fare quindi? Ogni tanto bisognerebbe prendersi delle pause proprio per rilassarsi, anche se ciò non serve a recuperare completamente. La vera soluzione è quella di cercare di risolverne le cause. Una buona abitudine anti-stress potrebbe essere l’attività fisica: la corsa, per esempio, aiuta molto in questi casi a scaricare lo stress. Anche i massaggi contribuiscono al rilassamento, allentando le tensioni. Altra cosa importante: cercare di dormire bene nelle ore notturne. Da non sottovalutare poi la possibilità di coltivare un hobby: dedicarsi a ciò che piace con costanza aiuta a ridurre lo stato di stress accumulato. Ciò permette di recuperare le energie. Infine, è utile mangiare alimenti che fanno sentire bene: contrastano stress e insonnia, rendono felici e fanno pensare positivo. Ma quali sono questi cibi? La frutta e la verdura.

Loading...

Commenti