Tecnologia e salute: dolori cervicali sintomo dell'utilizzo di pc e tablet

Uno studio condotto dall’associazione australiana medici chiropratici ha evidenziato le cattive abitudini di adulti ed adolescenti che trascorrono intere giornate al pc e ad utilizzare tablet. Posture errate possono provocare danni permanenti e curvature del collo, oltre a forti emicranie e dolori muscolari.

La tecnologia aiuta la salute, è sempre vero quando si parla di progressi nella ricerca e di nuove tecniche che aiutano i medici e i pazienti. Un effetto negativo della tecnologia sulla salute, viene riscontrato quando si parla di Repetitive Strain Injury, una sindrome che affatica muscoli, tendini e altre parti del corpo.

Il gruppo di ricercatori australiani, guidati dal Dottor Kerein Earney, ha pubblicato sulla rivista HeraldSun, una serie di avvisi che riguardano in particolare le nuove generazioni e i pericoli che corrono i bambini impegnati nell’uso di videogiochi, tablet e smartphone.  Dolori nella parte superiore della schiena, movimenti ripetitivi e  problemi di rigidità del collo, fino a qualche tempo fa riguardavano gli adulti, ora, con la diffusione e sopratutto con l’utilizzo quotidiano della tecnologia, anche i giovani lamentano sempre più questo tipo di problemi. Sintomi comuni dello sforzo ripetitivo dei pollici, movimento tipico di alcuni console come playstation ed altri, mal di testa, problemi ai polsi e ai gomiti.

Problemi di indolenzimento e dolore muscolare dopo una giornata in ufficio? Emolienti che esercitano un effetto riscaldante per dare sollievo ai muscoli. Effetto lenitivo e rilassante.

Quando si utilizzano questi dispositivi, per lavorare o come momento di svago, si  assumono delle posizioni comode in apparenza ma poco naturali. La testa piegata in avanti esercita una forte pressione sui muscoli del collo. Soffrire di questi problemi in giovane età, porterà a convivere con seri problemi di salute con l’avanzare dell’età.

L’allarme è serio, in alcuni bambini si sono evidenziate delle curvature del collo opposte a quelle naturali. Senza incolpare la tecnologia in modo assoluto, si devono valutare questi dati nella giusta misura, utilizzando i dispositivi in maniera responsabile e vigilare sull’utilizzo e sulle posizioni dei più piccoli per evitare problemi seri con il passare del tempo.

Loading...

Commenti