Diarrea, cause e rimedi

Con il termine diarrea, si intende la produzione di feci acquose che si presentano almeno tre volte nel corso delle 24 ore. Molto spesso causata da un virus (ma tra le cause anche stati di ansia e agitazione) ecco che questo disturbo provoca dolore e fastidio. Occorre essere informati su questo problema, per sapercisi approcciare nel migliore dei modi, fermo restando che sottoporsi a una visita medica è fondamentale per riuscire a risolvere la situazione nel più breve tempo possibile. Scopriamo quindi cause e rimedi della diarrea.

Partiamo appunto dalle cause. Come già anticipato, molto spesso questo disturbo è la conseguenza del virus gastro-intestinale che si può presentare anche con vomito. Intestino e stomaco vengono resi deboli e attaccabili dall’esterno batteri e virus alterano la flora batterica e la diarrea è la conseguenza più comune. In altri casi questo disturbo può essere la conseguenza di patologie croniche come per esempio la sindrome del colon irritabile che infiamma l’intestino provocando frequenti episodi di feci acquose. Ma non solo, perché le cause della diarrea possono essere anche tante altre. Tra le più comuni ci sono e intolleranze alimentari, per esempio quella al lattosio. Chi ne soffre, consumando alimenti che contengono lattosio, accuserà episodi di dissenteria. Salmonella, shigella e colibacillosi, campilobatterio sono alcuni dei batteri che possono causare diarrea. Anche cure prolungate di farmaci, antibiotici in particolar modo, possono essere fattori scatenanti per questo disturbo. Morbo di Crohn, infiammazioni a carico dell’intestino, celiachia, colite sono altre possibili cause di diarrea. Come già specificato, è fondamentale rivolgersi al vostro medico di fiducia per individuare la causa del vostro disturbo.

Molti i rimedi da prendere in considerazione quando si è colpiti da questo disturbo. Una alimentazione mirata, fatta di riso in bianco, banane, pane tostato e patate lesse, è l’ideale. Lascia leggero l’organismo e allo stesso tempo combatte in modo attivo l’alterazione della flora intestinale. Da evitare il consumo di caffeina, latte e formaggi ed alimenti ad alti contenuti di fibra.

Loading...

Commenti