La cellulite (non) è una malattia.

La cellulite è un problema che tutte le donne hanno, chi più, chi meno, superficiale o profonda, nessuna esclusa. Ciò non significa che bisogna rassegnarsi alla triste realtà perché, al contrario di quello che le pubblicità vogliono farci credere, la cellulite NON è una malattia e perciò è possibile combatterla e sconfiggerla; o se non sconfiggerla, ridurla.

Le cose più importanti da tenere in mente sono: una corretta alimentazione e attività fisica. Per avere risultati, una non può esistere senza l’altra. Non possiamo pretendere di seguire un’alimentazione sana e vedere risultati e, quindi, non possiamo permetterci di lamentarci se il nostro corpo non cambia. In entrambi i casi, è possibile seguire una linea specifica per la cellulite, quindi esercizi e alimenti ad hoc.

Non bisogna assolutamente ridurre le quantità di cibo, bensì cambiare le nostre scelte nutrizionali: sarebbe meglio evitare le fritture e i cibi come i salumi o i dolci, le bibite gassate e gli alcolici. In generale, bisogna tenersi lontano dagli alimenti ricchi di zuccheri. Anche il sale è un acerrimo nemico, non solo per la cellulite, ed è meglio ridurne drasticamente le quantità e preferire le spezie per insaporire i nostri piatti.

Bisogna abituare il nostro corpo (e la nostra mente) ad assumere regolarmente cibi ricchi di proteine, che si trovano principalmente nelle carni bianche e nelle uova e sono importanti perché favoriscono lo sviluppo muscolare. Anche gli alimenti ricchi di ferro sono fondamentali, perché aiutano il trasporto dell’ossigeno nel sangue e lo possiamo trovare, ad esempio, nelle lenticchie.

Altre sostanze che non possono mancare sono il potassio, che decongestiona il tessuto adiposo (quindi l’odiosa buccia d’arancia) stimolando il drenaggio linfatico; possiamo trovarlo in alcune verdure a foglia verde e nella frutta secca; poi, i frutti rossi che sono antiossidanti e ricchi di vitamina P che migliora la circolazione del sangue; i cibi integrali come pasta, riso, pane e cereali assorbono le tossine e donano sensazione di sazietà; anche il pesce e i frutti di mare portano dei benefici perché ricchi di Omega 3, sono antinfiammatori e non gonfiano i tessuti; infine, la vitamina C, che rinforza i vasi sanguigni.

A tutto questo, non dimentichiamo di aggiungere l’assunzione di almeno due litri di acqua al giorno e di tre tazze di tè verde o tisane, per combattere la ritenzione idrica, e degli esercizi fisici mirati come lo squat o li affondi, che mirano principalmente a risolvere il problema della cellulite.

La forza di volontà è un alleato importante per affrontare questo cambiamento. Cerchiamo, quindi, di non abbandonarlo mai e già tra un paio di mesi ci sentiremo più a nostro agio indossando quell’abito che ci permette di sfoggiare (senza essere volgari) le nostre gambe visibilmente migliorate, magari proprio per quella cena di fine corso allo Sporting Club Parco De Medici.

Loading...

Commenti