La Depressione bipolare: i sintomi

Il disturbo bipolare, o maniaco-depressivo, è un grave disturbo della psiche che provoca forti sbalzi dell’umore, dell’energia e del comportamento. Colpisce circa 3 persone su dieci , e può avere anche una componente genetica. Questo disturbo colpisce in eguale misura maschi e femmine.

Il disturbo bipolare è caratterizzato da episodi maniacali (fasi di eccitamento) e da depressione  che possono durare giorni o mesi.  In alcuni casi disperati anche per tutta la vita. Il Disturbo Bipolare è generalmente cronico e può durare per la vita con episodi ricorrenti che spesso si manifestano durante l’adolescenza o nella prima età adulta, a volte anche durante la fanciullezza e normalmente necessita di cure per  lunghissimo tempo.

Mania è la parola che descrive  le fasi di eccitamento del disturbo bipolare. I sintomi maniacali comprendono un insieme di sfaccettature della sfera emotiva:

  • Uno stato d’animo euforico e contento oppure irritabile, arrabbiato e reattivo
  • Aumentata attività e sensazione di forza ed energia
  • Maggior numero di pensieri e capacità di pensare più velocemente del normale
  • Aspirazioni ambiziose, spesso grandiose•
  • Diminuzione delle ore di sonno e diminuzione della necessità di dormire.

 I sintomi della depressione possono essere:

  •  Stato d’animo depresso o apatico
  • Forza e attività ridotta
  • Agitazione e irritabilità
  • Capacità di pensare rallentata rispetto al normale.

Mentre le cause esatte del disturbo bipolare non sono note, la maggior parte delle ricerche tendono ad affermare che è la conseguenza di uno squilibro chimico in alcune parti del cervello. Altri studi tendono ad affermare che il disturbo bipolare è la conseguenza  di un danneggiamento nella funzionalità dei connettori intercellulari (il sistema motore all’interno delle cellule nervose) all’interno di alcune specifiche zone del cervello.

Gli studiosi hanno messo in luce evidenze di una predisposizione genetica a questa patologia. Una parte molto attiva di questi studiosi sta cercando discoprire quali siano i geni che danno luogo alla predisposizione allo sviluppo di questa patologia. Il Disturbo Bipolare tende a caratterizzare gruppi familiari e parenti stretti di persone affette sono più facilmente colpiti dallo stesso disturbo.

Si potrebbe quindi dire che per alcuni studiosi sia addirittura una malattia ereditaria. A volte  eventi traumatici della vita quali gravi perdite, malattie croniche, uso di droghe o gravi problemi finanziari possono innescare episodi di questo disturbo in soggetti predisposti.

C’e’ da sottolinare che piccoli eventi con la stessa sintomatologia con tempi di durata  non sono da prendere sul serio in quanto non tutti i sintomi corrispondono alla fie ad una depressione bipolare ma solamente ad  una fase della vita che oggi giorno non è facile . Quindi nessun allarmismo…basta parlarne con il proprio medico di fiducia e sarà lui a capire se è il caso di intervenire.

Loading...

Commenti