Inquinamento e cambiamenti climatici, è allarme

Nel Congresso francese del dicembre 2015 l’annosa questione era già stata ampiamente analizzata ma torna alla ribalta perché quello relativo all’inquinamento come causa dei cambiamenti climatici è un problema assolutamente da risolvere. I dati che arrivano sono inquietanti: a causa dello smog la temperatura media della terra si è notevolmente innalzata e se qualcosa non cambia presto si registreranno ulteriori peggioramenti.


I cambiamenti climatici sono una delle maggiori minacce ambientali, sociali ed economiche per il pianeta terra che però, almeno per il momento, non pare essere in grado di affrontare questo problema nel modo giusto, per farlo in qualche modo “rientrare”. Il surriscaldamento globale è da intendere come la conseguenza di sempre maggiori emissioni di gas serra che aumentano l’inquinamento. Le aree esposte ai cambiamenti climatici sono tante e differiscono anche in base alla loro localizzazione ed effetti che si possono avere nel territorio. Tuttavia, nonostante alcune politiche promosse dalla Unione Europea, quello relativo ai cambiamenti climatici causati dall’inquinamento è un problema quanto mai presente. Tra le politiche messe in atto dalla Ue c’è senza dubbio la ratifica del protocollo di Kyoto, affiancata dall’obbligo di un maggiore utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Quali? Per esempio quelle eoliche, solari, idriche in grado di non inquinare l’ambiente. Ma è ancora troppo poco per sperare di poter bloccare l’avanzata dell’inquinamento e il conseguente surriscaldamento del pianeta terra.

Urgono dunque manovre e politiche a maggiore raggio di azione, per potr sperare di invertire una tendenza che si sta facendo già molto pericolosa e che potrebbe diventare ancora più rischiosa tra qualche decennio. L’inquinamento va fermato, attraverso una serie di azioni mirate a salvaguardare l’ambiente attraverso l’adozione di comportamenti quanto più possibile sostenibili. Ma fino ad oggi tutto questo non è stato ancora raggiunto e smog e inquinamento continuano la loro marcia inarrestabile e molto minacciosa.

Loading...

Commenti