Alimentazione e diabete: alcuni consigli

Un soggetto diabetico deve tenere sotto controllo la propria alimentazione per evitare di assumere cibi che innalzino il tasso glicemico del sangue. Buona abitudine è consumare i pasti ad orari regolari e ripartire in modo omogeneo la quantità di cibo assunta, evitando l’alternanza di pranzi ipercalorici con cene ipocaloriche.

Inoltre sarebbe auspicabile avere un peso nella norma per cui, se si è in sovrappeso è consigliabile seguire una dieta ipocalorica mentre un diabetico in normopeso può assumere lo stesso numero di calorie di un soggetto non diabetico, facendo però attenzione agli alimenti compresi nel regime dietetico, eliminando alcuni cibi.

Per prima cosa bisogna stare attenti a carboidrati e zuccheri, in quanto il loro assorbimento influenza il tasso glicemico, differentemente dai grassi che non provocano un suo aumento immediato ma che devono comunque essere limitati. Da ridurre sono anche le proteine, mentre utili per l’organismo di un diabetico sono le fibre.

Sarà, quindi, buona abitudine evitare o ridurre il consumo di alimenti quali burro, carni rosse, latte intero, patate, frutta secca e alcuni frutti freschi (ad esempio le banane, i fichi e l’uva), pasta all’uovo; via libera, invece, a pasta e pane integrali, riso, orzo, ortaggi, pesce (bollito, non fritto) e carni bianche.

Loading...

Commenti