Relazione tra i colori e i chakra

Siamo abituati a concepire il colore come qualcuno sa che passa solamente attraverso gli occhi, ma il colore è l’ elemento fondamentale che permette l’interazione tra il corpo fisico ed i suoi organi ed i sistemi vibrazionali, i chakra. Tutti siamo continuamente influenzati dai colori e quando una persona è più attratta da certi colori è perché sia la sua parte fisica sia quella mentale e spirituale ne hanno bisogno.

Il modo più diretto per assorbire i colori è l’alimentazione perché attraverso di essa mangiamo i colori. Quando dobbiamo equilibrare un chakra, bisogna mangiare in prevalenza dei cibi di un determinato colore. Si possono utilizzare i colori corrispondenti ai chakra per ricaricabili energia ed i colori complementari per scaricarli di tensioni e blocchi.

Iniziamo a studiare il primo chakra. Il suo nome è chakra Muladhara e significa base, radice. L’elemento che lo caratterizza è la terra. È posto nel plesso pelvico, tra l’ano e i genitali. Il primo chakra è relativo allo scheletro, balle gambe, alla prostata. Il suo colore di attivazione è il rosso, mentre il colore di disattivazione è il nero. Se è disequilibrato, puo portare a problemi alimentari, artrite, problemi della colonna vertebrale, nevralgie, raffreddore.

Questo chakra è la base per la crescita e dona l’ equilibrio per non avere paura. I piedi sono il punto di contatto con la terra.

Chi ha un primo chakra ben equilibrato sarà radicato e solido; chi avrà un disequilibrio in questo chakra, sarà insicuro, avrà paura della vita, problemi di attaccamento ai genitori. Gli alimenti di colore rosso da ingerire per armonizzare questo chakra sono: carne rossa con moderazione, anguria, ciliegie, cavolo rosso, radicchio rosso, ravanelli, gamberi, fragole, mela rossa, ribes rosso, susine rosse, peperoncino rosso, peperone rosso, pomodoro.

Loading...

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteNoci contro stress e cattivo umore
Articolo successivoUn diagramma per scoprire le attività che ci fanno bene
Mi chiamo Bottarelli Daniela Odea e sono nata a Brescia nel 1987. Nel 2010 ho conseguito la laurea come Educatrice Professionale Sanitaria ed ho lavorato a stretto contatto con diverse realtà sociali (comunità per minori, centri per disabilità medio-gravi, tossicodipendenza, educativa di strada, comunità per malati di Hiv, ecc..). Fin dall'adolescenza ho coltivato la passione per la lettura e soprattutto per la scrittura, e per questo motivo, nel 2012 ho frequentato un corso per Redattore Editoriale che mi ha permesso di lavorare come collaboratrice esterna di diverse riviste di attualità e cultura, nonché come articolista per diverse riviste on line. Mi sono ammalata di cancro nel 2013 e da tre anni sto combattendo questa dura battaglia per la mia vita. Questa malattia mi ha tolto tanto, ma non la mia voglia di lottare, di crescere, di amare e di donare un po' di me al mondo. Ho deciso di condividere un po' di me attraverso le mie opere, partecipando a diversi concorsi letterari. La mia poesia “Voglio essere adesso”, si è classificata al quarto posto al Concorso “Il giro d'Italia delle poesie in cornice”, indetto dalla Casa Editrice Montedit e dall'Associazione Culturale Il Club degli autori. Un'altra mia poesia, “Io ce la farò”, si è anch'essa classificata finalista al Concorso “Marguerite Yourcenar 2016”. Ho scritto diversi romanzi, tra cui uno psico-thriller intitolato “Metamorfosi omicide”, che si è classificato finalista al Premio Letterario Internazionale Gaetano Cingari ( XI Edizione ). Nel mese di ottobre 2016 ho pubblicato la mia prima raccolta di poesie intitolata “Ho riscoperto il profumo della mia pelle” con Aletti Editore, collana Gli Emersi : in essa ho raccolto tutte le emozioni che questo percorso di riscoperta di me tramite la malattia, le mie speranze per il futuro ed il mio amore per questa mia vita, meravigliosa ed imprevedibile vita. Presentata come silloge di poesie presso il concorso Ebook in versi 2016, indetto dal Club degli Autori, “Ho riscoperto il profumo della mia pelle”, ha ricevuto un riconoscimento di merito da parte della giuria. A Natale uscirà il primo mio romanzo giallo dal titolo “Metamorfosi omicide”il primo di una serie di romanzi sul filone dello psico thriller.