Mamme in età adulta, il cervello è più attivo quando invecchiano

Diventare mamma è il sogno di molte donne e se lo si diventa dopo i 35 anni è ancora meglio. Pare infatti che le donne che fanno un figlio in età avanzata invecchino meglio. Lo dice uno studio che è stato pubblicato sulla rivista ‘Journal of the American Geriatrics Society’.

In paticolare la ricerca è stata condotta su un campione di 830 donne, con età media di 60 anni, e sono state testate su capacità di linguaggio, memoria, attenzione, concentrazione, pianificazione e percezione visiva. E’ emerso che le signore in post menopausa che hanno avuto il loro ultimo figlio dopo i 35 anni hanno sviluppato una migliore memoria verbale. Un beneficio che ha riguardato anche le donne che non hanno portato a termine la gravidanza. Ciò dimostra che anche le gestazioni incomplete sono benefiche.

Lo studio su queste signore ha dimostrato inoltre che coloro che hanno avuto la prima gravidanza dopo i 24 anni avevano un controllo migliore dell’attenzione, della memoria di lavoro, del ragionamento e del problem solving. In più si è verificato un collegamento tra migliore memoria verbale e capacità di pensiero critico nelle donne che hanno utilizzato per almeno dieci anni la pillola o altri contraccettivi ormonali. Una ricerca questa che è stata sostenuta dal National Institutes of Health degli Stati Uniti.

Lo studio mette in evidenza il legame, che è ancora da indagare tra estrogeni e progesterone con le capacità cognitive. Insomma diventare mamma è una gioia e se lo si fa in età matura pare sia ancora meglio, anche se gli studiosi non raccomandano questo seppure ha il suo aspetto positivo come è stato evidenziato dalla ricerca effettuata. C’è comunque una correlazione tra ultima gravidanza in età avanzata e le capacità cognitive nel post menopausa.

“Non intendiamo raccomandare alle donne di aspettare i 35 anni per avere l’ultimo figlio, ma questo è il primo studio che fornisce una prova evidente che vi è una correlazione positiva tra età più avanzata dell’ultima gravidanza e capacità cognitive nel post menopausa”, ha dichiarato Roksana Karim, autrice principale dello studio e assistente professore di medicina preventiva clinica presso la Keck School of Medicine della University of Southern California.

Loading...

Commenti