Lo spuntino può diventare sano: leggi come

Lo snack è qualcosa che tendenzialmente si mangia tra i pasti, per ridurre il senso di fame ed arrivare ad uno dei pasti principali con meno senso di fame.

Lo snack è un buon modo per rifornirsi di energie ed evitare di arrivare ai pasti principali con un senso di fame tale che tende poi a far esagerare nell’assimilazione di prodotti.

Quali snack scegliere e quali evitare?

Ovviamente il mercato negli ultimi anni ha lanciato tantissimi snack di ogni genere e tipologia, salati, dolci o “ibridi”. Come sempre vi consigliamo di evitare snack eccessivamente dolci ricchi di olio di palma o di grassi saturi che ormai sono dati come dannosi da tutte le istituzioni sanitarie internazionali.

snacks

Noi vi consigliamo caldamente di sostituire questi snack a della frutta sia fresca che secca.

La frutta secca è ricca di grassi insaturi, è quindi, molto calorica, ma se assunta in dosi corrette (tre-quattro noci o mandorle o anacardi al giorno, qualcosa in più per pistacchi e pinoli), aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo, riducendo il rischio di incorrere in aterosclerosi e patologie cardiovascolari, come dimostrato da numerosi studi tra cui una ricerca pubblicata sul Journal of American College of Nutrition: coloro che consumano frutta a guscio non solo hanno minori probabilità di andare incontro a malattie cardiache e diabete di tipo 2, ma sono più magri e hanno un indice di massa corporea più basso rispetto a chi non ne mangia. Non tutta la frutta a guscio, però, è salutare in egual misura: alcuni semi, come le noci macadamia, contengono livelli relativamente alti di grassi saturi!

la-frutta-secca-fa-bene-proprieta-nutritive-benefici

Loading...

Commenti