La Gastrite: in molti casi è sintomo dello stress

Vivere in situazioni stressanti per un lungo periodo rende più vulnerabile il nostro organismo. La velocità dei ritmi di vita ha provocato un aumento delle situazioni che innalzano il livello di stress individuale.

La conseguenza più diretta dello stress è una traduzione dello stato di sofferenza psicologica in uno stato di sofferenza fisica: la gastrite ne è un esempio. Infiammazione della parete gastrica, la gastrite può comparire in forma acuta (transitoria) o cronica (permanente).

Quali sono i sintomi della Gastrite:

Tra i sintomi si trovano spesso vomito, nausea, disturbi della funzione digestiva, febbre, dolore allo stomaco. L’intero apparato gastrointestinale è spesso coinvolto nelle espressioni psico-somatiche di una condizione di forte stress, che sembra essere responsabile di un’ipersecrezione acida. Nei casi di disturbi gastrici, pur essendoci la probabilità di origine psicologica, è comunque necessario rivolgersi ad un medico e sottoporsi agli esami da lui prescritti, tra cui l’endoscopia, per scoprire le origini del disturbo.

Qualora non si riscontrassero alterazioni organiche, utile risulta essere l’uso di prodotti omeopatici; tra tutti, particolarmente indicati per la cura della gastrite sono i prodotti a base di Aloe Vera. Sarà poi il caso di diminuire le fonti di stress oppure di sottoporsi a tecniche di rilassamento, come il training autogeno, o a colloqui con uno psicologo.

Articolo di: Rea Gabriella, dott.ssa in “Psicologia dei processi relazionali e di sviliuppo”; laureanda in “Psicologia dinamica, clinica e di comunità” presso l’Università Federico II di Napoli; ho svolto un tirocinio presso l’Istituto Nazionale Tumori – IRCCS “Fondazione G. Pascale” di Napoli; svolgo attività di volontariato in clownterapia. Leggi tutti gli articoli di questo autore

[EMIDIO]

Loading...

Commenti