Lombardia: la Regione si impegna a ridurre i casi di morte in culla

Il Consiglio Regionale della Lombardia ha approvato una risoluzione per adottare delle linee guida relativa alla Sids, la Sindrome della morte inaspettata del lattnate. Un caso ogni 700-1000 nati che perde la vita durante il primo anno. L’obiettivo sanitario regionale è quello di attivare una serie di azioni per seguire a livello medico e socio sanitario la mortalità fetale e in culla.

La mozione, presentata in aula dal Presidente della III Commissione Sanità Rizzi, ha evidenziato i recenti dati sull’incidenza della Sids nell’era della medicina moderna. Oltre alla diffusione di informazioni, occorre agire con azioni concrete sugli ambulatori e sul sostegno psicologico alle famiglie colpite. L’azione di norme redatte dal Gruppo di lavoro per la Sids del Ministero della Salute prevede inoltre una campagna di sensibilizzazione sui fattori di rischio, uno dei punti centrali per strutture azioni e campagne di comunicazione.

Loading...

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteIn Italia poche unità Ictus
Articolo successivoGiornata Mondiale dell'endometriosi
Redattore Blogger di ConsulenzaBenessere.com. Organizzazione contenuti editoriali multi-redazionali per testate giornalistiche online, webzine, blog e e social media a supporto di attività di web marketing.