Fertilità maschile: dormire poco riduce quantità spermatozoi

Lo studio arriva dalla Danimarca, dalla Denmark University of Southern, che ha coordinato una ricerca su oltre 950 giovani danesi tra i 18 e i 20 anni d’età. Chi dorme poco e soffre di problemi legati al sonno ha una percentuale di spermatozoi ridotta del 29%, lo studio è il primo a mettere in relazione i disturbi del sonno e la fertilità maschile. 

spermatozoi1

I disturbi del sonno, lo stress e la concentrazione degli spermatozoi. Lo studio, pubblicato sull’Amercian Journal of Epidemilogy è stato condotto attraverso un questionario con domande specifiche e con analisi sullo sperma. In particolare, emerge che, i problemi del sonno incidono sulla concentrazione degli spermatozoi e sulla qualità del seme nell’uomo. Per i ricercatori è importante completare la ricerca con un test che migliora la qualità del sonno dei soggetti che hanno presentato problemi più evidenti e intervenire in futuro introducendo il riposo in terapie per migliorare la fertilità maschile.

Loading...

Commenti