Sigarette elettroniche vietate nei locali pubblici

Dal Pm di Torino Raffaele Guariniello arriva un duro attacco al Ministero della Salute. Le sigarette elettroniche vietate nei locali pubblici alla pari delle sigarette normali. Dallo studio dell’Istituto superiore di Sanità si apre un’indagine per tutelare i cittadini dal fumo passivo che, anche con le sigarette elettroniche, supera i livelli dannosi per la salute.

sigarette_elettroniche_vietate1

Livelli di nicotina assunti con le sigarette elettroniche. I fumatori “elettronici” vengono classificati in due categorie in base alla frequenza delle aspirazioni. Si parla di uso medio con 10 utilizzi, e di uso forte son 20 aspirazioni ciascuno. In questi casi l’assunzione giornaliera di nicotina supera i limiti fissati dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare, le norme che vietano il fumo nei locali pubblici.

Nella richiesta di restrizione presentata al Ministero della salute, si legge che i livelli di assunzione di sostanze nocive per la salute sono tali da non poter escludere i rischi pertanto è necessario un’intervento legislativo rivolto alla tutela della salute dei consumatori.

Loading...

Commenti