In Campania lo stato di salute peggiore d'Italia

E’ stato consegnato dal sottosegretario al Ministero della Salute Cardinale un lavoro di approfondimento della situazione epidemiologica della Regione Campania. Lo stato di salute in regione risulta il peggiore rispetto al resto d’Italia anche se i tassi di mortalità per cause specifiche sono in lieve diminuzione negli ultimi anni. Un esempio, rispetto alla Marche in Campania si vive due anni di meno.

La Salute in Regione Campania. I dati al 2009 indicano le malattie all’apparato respiratorio come la principale causa di morte, il dato è simile a livello nazionale, preoccupante è invece, il tasso di mortalità tra le donne, il doppio rispetto alla quota nazionale. Si muore di più nelle province di Caserta e Napoli. Tra le principali cause che riducono l’attesa di vita si segnalano tumori al fegato, prostata e vescica.

Dal 1998 al 2008 il tasso di mortalità per tumore si è mantenuto costante, con una lieve flessione dalla seconda metà degli anni 2000. Fatta eccezione per le patologie segnalate, per gli altri tumori l’incidenza sul territorio campano risulta paragonabile alla media nazionale. Infine tra i dati che l’approfondimento del Ministero segnala troviamo l’andamento della sopravvivenza per tumore a cinque anni dalla diagnosi. Rispetto alla media nazionale, il Sud Italia fa registrare una percentuale di 3 punti inferiore, dopo 5 anni dalla diagnosi si ha il 57% di possibilità di sopravvivere al Sud contro il 60% di possibilità, di media, del Centro-Nord.

Loading...

Commenti