40mila biglietti falsi nella finale di Champions League? In effetti, erano il 2589.

Una delle principali accuse mosse dai funzionari francesi per spiegare le scene di caos causate dalla folla Seria cotta di fan Al di fuori della finale di Champions League dello scorso fine settimana vicino a Parigi, decine di migliaia di persone sono arrivate alla partita con biglietti falsi.

Il ministro degli interni francese, Gerald Darmanin, ha affermato che fino al 70% dei biglietti presentati allo Stade de France di Saint-Denis erano falsi. Ha detto in una conferenza stampa lunedì,causa ultimaEra un caos violento Da 30.000 a 40.000 fan inglesi Il trasporto di biglietti falsi – o senza biglietti – blocca gli ingressi.

Ma secondo i dati ufficiali recensiti dal New York Times, il numero esatto di biglietti falsi intercettati dai padroni di casa a guardia dei cancelli d’ingresso era molto più basso: 2.589, per l’esattezza.

Quel numero è quasi tre volte il numero abituale di falsificazioni nella finale di Champions League, partita ampiamente vista come l’equivalente calcistico europeo del Super Bowl, ma molto inferiore alla cifra utilizzata da Darmanin, che fino ad oggi non ha fornito dettagli. . fonte di apprezzamento.

Darmanin e il ministro dello sport francese, Amelie Odea Castera, che hanno avanzato accuse simili su biglietti falsi, hanno affrontato crescenti critiche sulla gestione del gioco. Il presidente francese Emmanuel Macron mercoledì ha chiesto la “completa trasparenza” nelle indagini sulle scene del giorno della partita e sulle loro cause. In un’apparizione davanti a una commissione del Senato francese più tardi mercoledì, Darmanin ha ammesso: “È chiaro che le cose avrebbero potuto essere organizzate meglio”.

“È chiaro che questa celebrazione sportiva è stata rovinata”, ha aggiunto.

In quella che divenne un’apparizione difficile davanti al comitato, Darmanin e Odea Castera furono costantemente sotto pressione a causa di fallimenti organizzativi. In risposta, hanno ampiamente ripetuto il linguaggio che ha fatto arrabbiare il Liverpool, i suoi fan e i membri del governo britannico.

A un certo punto, Odea Castera ha detto ai legislatori che i tifosi del Liverpool comportavano “rischi molto specifici” dal punto di vista delle autorità francesi, senza spiegare cosa intendessero.

READ  Classifica degli US Open 2022: copertura in diretta, punteggi del golf di oggi, aggiornamenti dal Round 4 al The Country Club

Nel frattempo, Darmanin ha insistito sul fatto che i numeri dei biglietti falsi erano su una scala senza precedenti, sostenendo che a un certo punto ce n’erano così tanti che le guardie di sicurezza dello stadio credevano che i loro strumenti di convalida fossero difettosi.

L’udienza è durata più di un’ora e si è conclusa con poca chiarezza e doppia flessione da parte dei funzionari sulle loro precedenti accuse, ancora senza prove a sostegno delle loro conclusioni.

Ciò ha spinto un legislatore a chiedere: “Da sabato abbiamo incolpato i tifosi del Liverpool, il club, i lavoratori in sciopero e i residenti locali per il caos. Cosa ti permette di fare queste affermazioni senza un’indagine approfondita?”

Non tutti i presenti hanno avuto la stessa esperienza in finale. Mentre la maggior parte dei fan del Real Madrid è arrivata con i biglietti elettronici, il Liverpool ha richiesto carte cartacee per assegnare ufficialmente 23.000 biglietti. Questi biglietti sono stati forniti in bundle con due caratteristiche principali dei desideri: uno che doveva essere confermato con una penna chimica e il secondo un’incisione laser del trofeo della Champions League.

A coloro che erano in possesso di biglietti senza le due caratteristiche di sicurezza è stato negato l’accesso dai padroni di casa a un primo checkpoint lontano dai lettori di codici a barre nello stadio. Ma quel sistema è crollato sotto una marea di tifosi: per alleviare il crescente affollamento di persone, i funzionari hanno rinunciato a quei primi controlli e hanno permesso ai tifosi di avvicinarsi allo stadio.

Il disastro ha portato a un coro di critiche sulla sicurezza del match, che Il Real Madrid ha battuto il Liverpool, 1-0, per rivendicare il suo 14° titolo europeo. La polizia di Liverpool, che ha partecipato in ruoli di supporto, ha descritto la situazione fuori dai cancelli.scioccante. Il club, i suoi tifosi e una miriade di tifosi europei hanno chiesto indagini anche durante la partita. Nei giorni seguenti, funzionari del governo britannico hanno chiesto risposte alle loro controparti francesi e all’organo di governo del calcio europeo, la UEFA, sul trattamento di migliaia di Liverpool. sostenitori.

READ  "Moorhen" è una parola da eroe quando un adolescente texano rivendica il soprannome di Spelling Bee: NPR

I fan hanno dovuto affrontare numerosi problemi, tra cui gravi eruzioni cutanee, dopo essere stati stipati in spazi ristretti, e la finale è stata ritardata di oltre 30 minuti poiché la polizia antisommossa francese ha usato gas lacrimogeni e spray al peperoncino sui fan dopo che sembravano aver perso il controllo della situazione. Allo stesso tempo, centinaia di giovani locali hanno tentato di assaltare lo stadio, attraverso i tornelli o scavalcando le barriere di sicurezza. I funzionari hanno stimato che potrebbero esserci riuscite fino a 4.000 persone senza biglietto.

Parte della spiegazione del motivo per cui i tifosi del Liverpool sono intrappolati in uno spazio così piccolo si è ora trasformata in problemi di trasporto il giorno della partita, incluso uno sciopero dei lavoratori che ha colpito una delle principali linee ferroviarie che portano allo stadio.

La UEFA e i funzionari locali hanno confrontato i dati di viaggio della partita di sabato con i numeri della finale di Coppa di Francia disputata allo Stade de France il 7 maggio. Hanno scoperto che una delle stazioni più vicine allo Stade de France ha quattro volte il numero di fan che lo attraversano. Sabato cancelli da quello che la stazione stava usando durante la finale di Coppa di Francia. Credono che questo abbia contribuito a un pericoloso collo di bottiglia per i sostenitori.

Potrebbero volerci mesi prima che emerga un quadro completo di ciò che è successo sul campo. Martedì, la UEFA, che ha subito scene caotiche nella finale dei Campionati Europei dello scorso anno a Londra e nella recente finale di Europa League a Siviglia, in Spagna, ha incaricato l’ex ministro dell’Istruzione del Portogallo, Thiago Brandao Rodriguez, di condurre un’indagine indipendente sui fallimenti. Sulla finale di UEFA Champions League.

Tuttavia, le accuse avanzate dai rappresentanti del governo francese continuano a far arrabbiare il Liverpool e la sua proprietà. Il presidente del club, Tom Werner, ha parlato molto lettera caustica A Oudéa-Castéra, ministro francese dello sport.

Scrisse, con le sue stesse parole, “per pura incredulità che un ministro del governo francese, una posizione di enorme responsabilità e influenza, potesse fare una serie di dichiarazioni infondate su una questione di tale importanza prima che un’indagine formale adeguata e indipendente avesse anche avvenuto».

READ  Come lo stato vaccinale di New York ha cambiato gli effetti di Keri Irving

Ha denunciato le “dichiarazioni vaghe e le affermazioni infondate” fornite ai giornalisti lunedì prima di un’indagine.

“Il fatto che la tua posizione pubblica sia contraria a tale obiettivo è di per sé una preoccupazione”, ha aggiunto. Farlo senza rivolgerci a noi stessi o ai nostri sostenitori è ancora più grande. Tutti i voti in questo processo devono essere contati e devono essere contati in modo uguale ed equo”.

Oltre ad attaccare Oudéa-Castéra per le sue accuse, Werner ha anche chiesto scuse pubbliche. Entro la fine di martedì, il tono di Oudéa-Castéra, anche se non le sue accuse di biglietti falsi, era cambiato.

Ha scritto su Twitter: “La questione dei biglietti falsi non cambia questo: il Liverpool è uno dei più grandi club di tutti i tempi”. “E sabato c’erano tifosi con biglietti validi che hanno avuto una brutta serata o non hanno potuto guardare la partita. Ci dispiace per quello”.

Il Liverpool è ancora impantanato nelle prove video filmate sui telefoni cellulari dai suoi sostenitori. Le immagini, molte delle quali sono state caricate anche sui social media, a volte sono scioccanti, mostrando bambini e fan più grandicelli alle prese con le conseguenze dei gas lacrimogeni, a volte a caso – Dalla polizia antisommossa.

I tifosi del Real Madrid hanno riscontrato problemi simili sul loro lato del campo. Dalla finale, molti tifosi si sono fatti avanti per dire di essere stati aggrediti o derubati mentre entravano ed uscivano dallo stadio.

Amando Sanchez, 51 anni, che si è recato a Parigi in un gruppo di 14 persone, per lo più familiari, ha detto che suo padre di 87 anni e suo fratello maggiore hanno saltato la partita a causa del caos ai cancelli d’ingresso. Sanchez ha detto che un altro fratello ha respinto un tentativo di rubare il suo biglietto mentre si preparava a mostrarlo al tornello dello stadio.

“Nessuno era davvero responsabile”, ha detto Sanchez in un’intervista mercoledì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.