Parti prematuri: In Italia il 7% in 45mila nascono in anticipo

Ieri la giornata mondiale del neonato pretermine, in tutto il mondo sono 15 milioni ogni anno i bambini nati in anticipo, 45.000 in Italia. L’iniziativa è stata promossa per sensibilizzare l’opinione pubblica su una delle emergenze dimenticate. La causa di un parto prematuro è da ricercare in molti casi in problemi come le infezioni, il diabete e l’ipertensione.

Premiato il buon successo dell’iniziativa che ha voluto affrontare il fenomeno che è in crescita, come dimostrato dai dati della Società italiana di neonatologia. Per questo occorre riflettere sulla prevenzione e su cure e assistenza sanitaria adeguata al fenomeno. Sono sopratutto 10 i paesi nel mondo dove si concentrano le nascite premature, sopratutto in Africa e in Asia.

Il primato va alla Repubblica Democratica del Congo, con oltre 341.000 nascite nel 2011, il dato più basso è l’11% degli Stati Uniti. In Italia si registra un 6,9%, con una notevole frequenza alla trentaduesima settimana. La mortalità in questi casi è del 10%, ridotti a poco meno del 1% i rischi di disabilità gravi.

Loading...

Commenti