Rimproverare i bambini può causare patologie gravi

Uno studio condotto dagli psicologi della Plymouth University di Devon, nel Regno Unito, mette in relazione le punizioni subite da bimbi con lo sviluppo, nel corso della vita, di patologie anche gravi. Sgridare in maniera violenta o picchiare i bambini espone i piccoli a malattie cardiovascolari e altre patologie come l’asma.

Distinzione tra un richiamo e una severa punizione. La ricerca degli psicologi di Devon, pubblicata sulla rivista Journal of Behavioural Medicine pone le sue fondamenta nell’analisi dei livelli di stress a cui si sottopone un bambino, partendo dai casi di severe punizioni sino ad arrivare ai casi di genitori separati.

Nelle prime fasi della vita lo stress viene vissuto come un trauma e, a lungo termine, si predispongono cambiamenti che possono portare a patologie anche gravi, come ictus, malattie cardiache o tumorali. A supporto dello studio, una ricerca effettuata su circa 700 persone nei paesi Arabi. Analizzando oltre 150 casi di patologie, tra asma, cancro e malattie cardiache, l’incidenza di chi aveva subito verbalmente o fisicamente punizioni era di 1,7, un rapporto di 1  a 7 in tutti gli altri casi, con una incidenza di patologie 3 volte superiore nei casi di bambini con genitori separati. Lo studio riapre il dibattito sull’esigenza di legiferare sul tema della punizione fisica a scuola e tra le mure domestiche, tra i paesi in cui le punizioni sono bandite troviamo la Svezia, con una legge che tutela i più piccoli sin dal 1976, nel Regno Unito è in vigore una legge che vieta le punizioni a scuola.

Loading...

Commenti