Ecografia portatile: sperimentazione con il tablet in Emilia Romagna

All’Ospedale maggiore di Bologna al via una serie di test per l’ecografia attraverso tablet e smartphone. La sperimentazione al via in Italia e in Giappone consentirà esami diagnosti più veloci e meno invasivi. Il paziente potrà essere sottoposto ad esami di elevata precisione senza radiazioni. La novità presentata al Congresso della Società italiana di medicina interna.

Un tablet prototipo per le visite a domicilio. Presentato un apparecchio con soli 2 cm di spessore che consentirà la visita senza la necessità di far spostare il malato. Una sonda da appoggiare sul torace consente di verificare velocemente la natura di problemi derivanti da versamento pleurico o controllare la presenza di una trombosi venosa.

Con la sperimentazione di questa nuova tecnica si potranno ridurre i costi dell’assistenza sanitaria fino al 70%. La disponibilità di dispositivi come i tablet apre nuovi scenari per gli operatori sanitari, per intervenire in sede di assistenza anche per verificare i livelli della pressione e le frequenze cardiache.

Loading...

Commenti