Vitamina B: carenza rischio di disturbi mentali

E’ stato pubblicato dalla rivista Preventive Medicine uno studio condotto su bambini e adolescenti di età compresa tra gli 8 e i 16 anni interessati da una dieta povera di vitamina B. La ricerca indica il rischio di sviluppare problemi comportamentali e disturbi mentali a causa di una scarsa produzione di neurotrasmettitori come la serotonina.

I ricercatori australiani hanno analizzato la dieta di oltre 700 individui, monitorando le loro abitudini alimentari e associando la dieta ai comportamenti e al verificarsi di disturbi mentali. Una carenza di vitamina B incide in maniera negativa sul sistema nervoso centrale in tutte le funzioni che regolano i comportamenti, l’umore, la felicità e il senso di benessere.  Negli uomini ad esempio, un comportamento violento e la tendenza a sviluppare dipendenza da sostanze, come ad esempio il vizio del fumo e l’abuso di alcool, può essere associato alla mancanza di Vitamina B.

Carenza di Vitamina B nella dieta. Le vitamine del gruppo B si trovano in natura in diversi alimenti, nei legumi, nelle banane, negli ortaggi verdi e nelle patate, nel tonno e nella carne di maiale. Una corretta alimentazione, seguendo uno schema alimentare, si possono integrare elementi fondamentali come ad esempio la vitamina B6, B12 e altre sostanze importanti per l’organismo, con una serie di integratori naturali.

Dal Lampone al Melograno, vitamina B6 e B12 con Argi+ 

L-Arginina è una molecola molto importante, numerosi studi hanno dimostrato la capacità del nostro organismo di convertire questa sostanza in Ossido Nitrico per favorire il rilassamento e una serie di benefici [continua a leggere]

Le vitamine del gruppo B  nel polline.

La Lecitina è una sostanza che ha la capacità di rafforzare il sistema immunitario e il sistema nervoso centrale. Nel polline troviamo inoltre una riserva naturale di vitamina B6 [continua a leggere]

Loading...

Commenti