Sclerosi multipla: primi interventi con le staminali

Dal Congresso europeo sul trattamento e la cura della sclerosi multipla, in corso in questi giorni a Lione, arrivano i primi dati sull’utilizzo di terapie con cellule staminali avviate nel nostro paese. Uno dei primi pazienti, sugli oltre 65.000, solo in Italia, interessati dalla malattia, è stato trapiantato nelle ultime settimana a Genova.

Il primo studio è stato denominato Mesems, attivato su ampia scala sui pazienti colpiti da sclerosi multipla  in 10 paesi del mondo. Oltre all’Italia i test sono in corso in Spagna, Gran Bretagna, Francia, Svizzera, Svezia, Danimarca, Australia e Canada. Sono 4 i centri italiani coinvolti, con 160 pazienti sotto terapia, l’Università di Genova, il San Raffaele di Milano, l’Ospedale di Verona e gli Ospedali riuniti di Bergamo, in questi centri saranno prodotte le cellule staminali utilizzate come test.

Da questo studio si potrà avere una prima risposta definitiva sull’efficacia, l’obiettivo è quello di arrivare a produrre farmaci a base di staminali per intervenire su due fronti principali, bloccare l’avanzare della malattia e riparare i tessuti del sistema nervoso centrale danneggiati.

Loading...

Commenti